Beata Maria Romero Meneses

Granada di Nicaragua, 13 gennaio 1902 - 7 luglio 1977

Suora dell'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.Un'anima vulcanica, suor Maria Romero. Non era forse nata in Nicaragua, la terra dei quaranta vulcani? Non è un gioco di parole. È la realtà di una donna nata in una famiglia benestante e affermata (suo padre fu anche ministro delle finanze) che si è donata interamente ai più poveri fra i poveri. Con fiducia totale nella Provvidenza. Cresciuta in una famiglia cristiana, fin dall'infanzia si sentì apostola fra i coetanei.

Ma sarà nel Costarica che Maria scoprirà - in modo decisivo, sconvolgente - la vera condizione dei poveri. Decidendo di dedicarsi a loro. Senza riserve. E dalla sua iniziativa nasceranno le misioneritas: altro che filantropia e pacchi dono, ma servizio ai poveri nei loro quartieri, nelle loro misere case. E sorgeranno gli oratori, a decine; e la Casita de la Virgen, sempre aperta alle necessità materiali e spirituali dei derelitti, e l'Opera sociale Maria Ausiliatrice, e la «cittadella», e la Asociación Ayuda Necesitados... Maria morì il 7 luglio 1977. Non solo opere: le cronache della sua vita narrano anche di preghiera, obbedienza, prodigi (come l'acqua della Madonna, un'anfora piena d'acqua con dentro un bel po' di medagliette di Maria; i suoi poveri mica potevano volare a Lourdes!). E un amore forte per Gesù Eucaristia.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Agosto 1924 il cadavere di Giacomo Matteotti, rapito e ucciso da squadristi fascisti nel giugno dello stesso anno, viene ritrovato in un bosco a Riano (Roma)

Social

newTwitter newYouTube newFB