Lecco, 25 ottobre 2013   |  

Il Polo di Lecco e Agomir inaugurano la nuova sede dedicata a Ettore Zambelli

La costruzione in via Toti a Lecco è un esempio di architettura d’avanguardia a bassissimo impatto energetico.

Edificio agomir

Oggi - venerdì 25 ottobre - davanti a un pubblico selezionato di autorità, docenti universitari, ricercatori e aziende è stata inaugurata la nuova sede di Agomir SpA, braccio operativo di GR Informatica. Un gioiello architettonico che nasce dalla combinazione di elementi compositivi e tecnologici finalizzata al risparmio energetico e alla massimizzazione delle condizioni di comfort per l’utenza.

La costruzione di questo edificio avveniristico in via Toti a Lecco prende le mosse dalla lungimiranza e responsabilità del presidente di GR Informatica, Lorenzo Goretti, che coinvolse Ettore Zambelli, professore di Innovazione tecnologica del Politecnico di Milano - Polo di Lecco, per la metaprogettazione di questo intervento.

Nell’idea del proprietario e del progettista il risultato avrebbe dovuto essere un esempio di architettura d’avanguardia a bassissimo impatto energetico. Ne è nato quindi uno studio di fattibilità per la progettazione di un edificio con i massimi standard di efficienza energetica e comfort ambientale, coordinato dal Prof. Zambelli, scomparso nel 2010 a cui l’ing. Goretti ha voluto dedicare l’edificio.

L’intervento architettonico, conclusosi nell’aprile del 2013 e progettato da AIACE Società di Ingegneria, rappresenta un esempio tra i primi Nearly Zero Energy Building del Nord Italia. Il valore dell’edificio, un condensato di tecnologia e domotica che lo rende auto-sufficiente sotto il profilo energetico, nonché luogo ideale per lavorarci, oltre che architettonico è anche metaforico in quanto luogo di incontro tra università e impresa. Un’occasione per arricchire il territorio con un edificio di pregio realizzato grazie alla sensibilità del proprietario e all’expertise del Politecnico di Milano e dei progettisti coinvolti.

Un nuovo edificio che diventi il manifesto, sia a livello estetico che prestazionale, di un metodo consapevole di progettare e costruire “ad energia quasi zero”, come espressamente voluto dalla committenza , da sempre votata all’innovazione e alla green economy. La collaborazione tra Agomir e Polo di Lecco si è successivamente evoluta anche in senso didattico, utilizzando l’edificio come tema di lavoro nell’ambito di svariate esercitazioni e come esempio di complessità progettuale.

In totale sono stati coinvolti 293 studenti e sono state sviluppate 56 proposte. Il programma funzionale è stato adeguato, di caso in caso, alle esigenze specifiche dell’insegnamento, rispettando però i vincoli, le caratteristiche dimensionali e soprattutto preservando il carattere dell’edificio espressamente rivolto al risparmio energetico.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB