Lecco, 05 settembre 2019   |  

Ventesimo anno per "I sapori d'autunno in Valvarrone"

Proposte per tutte le domeniche le specialità di stagione dai sette ristoranti e rifugi che partecipano all’iniziativa.

Adamoli funghi

Nella foto Ferruccio Adamoli.

E’ giunta al ventesimo anno la manifestazione dei “Sapori d’Autunno in Valvarrone”, rassegna gastronomica che punta a promuovere il territorio della Valvarrone attraverso l’abilità culinaria e l’ospitalità dei ristoratori.

Dal 16 settembre e per tutte le domeniche di ottobre e novembre, saranno sette i ristoranti e i rifugi della Valvarrone che offriranno ai turisti, ai buongustai e agli amanti della montagna una serie di menù particolarmente invitanti e ricchi a prezzo convenzionato promozionale. Con 25 o 30 euro si potranno gustare tutte le prelibatezze agro-alimentari del territorio, fra selvaggina e frutti del bosco. Primi piatti preparati con i prodotti genuini offerti dalla stagione. Quest’anno c’è una new entry, un ristorante in più e la novità che i comuni della Valvarrone sono solo due, infatti Tremenico, Introzzo e Vestreno sono diventati un’unica amministrazione, quindi Valvarrone e Sueglio, con il proprio ristorante.

«Sono già vent’anni che cerchiamo di promuovere il territorio della Valvarrone attraverso l’abilità culinaria dei suoi ristoratori», dice Ferruccio Adamoli, fautore dell’iniziativa e titolare di uno dei sei ristoranti partecipanti. «Le ricette proposte - prosegue – tengono conto della stagionalità dei prodotti e della tradizione culinaria della montagna: risotti ai porcini, ravioli di castagne o di zucca, polenta servita con selvaggina, stracotti e, fra le golosità, i dolci fatti in casa con noci, castagne e piccoli frutti. Senza dimenticare i taglieri dei formaggi d’alpe freschi e stagionati prodotti negli alpeggi e nei caseifici locali».
L’invito non si rivolge solo ai piaceri della buona tavola, è teso a far scoprire i paesaggi incantati e le viste mozzafiato dalle cime del Legnone e del Legnoncino, attraversare i sentieri attorno ai rifugi e ai ristoranti per sentire i profumi dell’autunno.

Sono sei i locali situati nel comune di Valvarrone: il Capriolo di Ferruccio Adamoli a Subiale, il Ristorante Piccolo Fiore di Walter Buzzella, il Rifugio Roccoli Lorla, nell’omonima località, di Tiziano Scereghini, la Trattoria Legnone di Marco Rusconi ad Avano e in località Vestreno la Locanda Valvarrone di Mauro e Betty. Dallo scorso anno fa parte del “pool” anche il Ristobar Al Campetto di Tiziano e Michela Calvi. Mentre nel comune di Sueglio partecipa il ristorante Süej di Oscar Vacca Efisio.

Il materiale pubblicitario è in distribuzione nei vari punti del Comune di Valvarrone e mel Comune di Sueglio, presso l’ufficio Turistico di Lecco, presso la Comunità Montana di Barzio e la sede di Confcommercio a Lecco,nonché nei punti informativi della Provincia. Ulteriori informazioni sul profilo Facebook “Sapori d’autunno in Valvarrone”.

Un’iniziativa che negli anni ha visto una grande partecipazione, sempre in crescendo e che ha lasciato il segno tanto che nelle valli limitrofe, in provincia e fuori sono sorte iniziative analoghe a riprova della bontà dell’idea.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Gennaio 1564 il Concilio di Trento pubblica le sue conclusioni nel Catechismo Tridentino, stabilendo una distinzione tra cattolicesimo e protestantesimo

Social

newTwitter newYouTube newFB