Valmadrera, 24 maggio 2019   |  

Valmadrera seconda al torneo special olympics di Alzate

La Starlight Valmadrera ha giocato con Matteo Polvara, Michele Redaelli, Matteo Bonacina, Aurora Giussani, Noemi Gilardi, Giusy Regazzoni, Francesca Colombo, Fabrizio Lazzari, Giulia Gerosa ed Elena Rusconi.

070 Squadra Special Olimpycs

Altro successo, domenica pomeriggio, per la terza, ed ultima, tappa del torneo cestistico per atleti Special. Dopo la prima tappa disputata ad Arcore, la seconda a Valmadrera, il circuito prevedeva la terza uscita agonistica per gli Special Olympics.

Dovevano essere quattro le prove in programma, ma la competizione di Lissone che si disputerà domenica prossima, è aperta anche ai partner, e quindi, il circuito per gli Special, si è concluso ufficialmente domenica con gli incontri disputati al palazzetto di Alzate Brianza (Co). In campo le formazioni della Pol. Sole Lissone, Links Erba, Starlight Valmadrera e la Screwers Arcore.

A livello agonistico si sono registrati questi risultati. Nelly Rigamonti, che porta avanti questo progetto insieme ad Elvio Frisco e lo stesso presidente Pino Scelfo, analizza il torneo.

"Nella prima partita abbiamo perso contro Lissone, compagine che vincerà anche la seconda sfida contro il Links. Noi, nel secondo match, riusciamo a battere Arcore, chiudendo il torneo al secondo posto dietro a Lissone, società che vanta sicuramente una panchina lunga ma anche giocatori anche più alti. Il commento tecnico? Con Lissone siamo partiti bene per poi calare nel finale. Nella seconda sfida abbiamo aggiustato un po' le cose dando maggior continuità al gioco. Adesso chiudiamo la stagione domenica a Lissone partecipando al torneo aperto anche ai partner".

La Starlight Valmadrera ha giocato con Matteo Polvara, Michele Redaelli, Matteo Bonacina, Aurora Giussani, Noemi Gilardi, Giusy Regazzoni, Francesca Colombo, Fabrizio Lazzari, Giulia Gerosa ed Elena Rusconi.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Luglio 1894  si svolge quella che è considerata la prima vera competizione automobilistica della storia, la Parigi-Rouen.

Social

newTwitter newYouTube newFB