Milano, 12 novembre 2019   |  

Università del turismo: conclusa la seconda edizione del master

La consegna degli attestati è avvenuta durante la giornata conclusiva svoltasi in Bicocca lo scorso 7 novembre

master turismo bocconi 2019 conclusione gruppo attestati

Anche la seconda edizione del Master sul turismo, organizzato da Confcommercio Lecco in collaborazione con Sda Bocconi, ha fatto centro. I 21 partecipanti hanno concluso il loro corso di Alta Formazione "General Management nel settore Turistico Alberghiero" con una giornata in Sda Bocconi, svoltasi giovedì 7 novembre.

A coordinarla è stata anche quest'anno la responsabile del corso Magda Antonioli, Professore Associato del Dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico presso l'Università Bocconi e Direttore di UN-WTO Courses on Tourism Policy and Strategy; presente in sala anche Anna Borri, Key Account Manager di SDA Bocconi, oltre a diversi docenti che hanno seguito gli alunni durante il percorso (18 giornate complessive).

Durante la giornata conclusiva ha portato il suo saluto il presidente di Confcommercio Lecco, Antonio Peccati: "Quando vado a parlare ai giovani ripenso a quando avevo la loro età, quanti sogni avevo... Spesso manca qualcuno che faccia partire la scintilla, il desiderio di intraprendere, di lanciarsi in una attività. In voi giovani vediamo tanta voglia: in questo percorso costruito con Bocconi avevamo l'obiettivo di non farvi perdere tempo. Nel mondo di oggi non si può andare avanti per tentativi, bisogna avere la coscienza di fermarsi un attimo, di prepararsi, di rivolgersi a chi ne sa più di te per avere i consigli giusti. Per questo vi dico: fate tesoro di quanto avete appreso in queste giornate".

Poi ha lanciato già una sfida per il futuro: "Abbiamo l'idea di coinvolgere voi, quanti hanno preso parte alla prima edizione e quanti parteciperanno al Master 2020, proponendo degli incontri mirati su tematiche importanti che è fondamentale sviluppare al meglio per le vostre attività del futuro".

E ha concluso: "Sempre più Confcommercio Lecco si vuole connotare come una realtà che lavora per un mondo migliore da affidare ai giovani, promuovendo una imprenditorialità che sia attenta e che sappia esprimere un certo stile. Confcommercio Lecco è casa vostra: siamo sempre a disposizione per ascoltarvi, per offrirvi il nostro supporto e per confrontarci".

La mattinata - dopo i saluti della professoressa Antonioli e del direttore di Confcommercio Lecco, Alberto Riva - ha visto la presentazione dei quattro progetti elaborati dai partecipanti. Il primo gruppo di corsisti ha puntato sul tema "Come aumentare la qualità ricettiva sul territorio della provincia di Lecco" con un confronto tra ramo di Lecco e Como e una analisi delle criticità del territorio (strutture alberghiere, ristoranti, ville-musei, infrastrutture sportive, eventi privati internazionali) ma anche con riflessioni e spunti sulla visione per il futuro. La conclusione? Occorre puntare sul fattore cultura, sullo sport e sul food, alzando la qualità delle proposte senza necessariamente rincorrere il lusso e puntando sulla capacità di lavorare insieme anche tra imprenditori e tra istituzioni".

"Il secondo si è focalizzato su "Lago di Como e Mid-Scale hotels" con un'analisi complessiva tra Lago di Como e Garda su attrazioni e criticità delle due realtà e un focus che ha puntato sul confronto tra alcune strutture specifiche. Anche in questo caso sono arrivate delle proposte: siti verticali con unico brand, campagne di influencer marketing, formazione degli operatori e creazione di una rete tra operatori per sinergie. Il terzo invece ha puntato su "La ristorazione come elemento qualificante del territorio e asset degli eventi" con un'analisi del patrimonio turistico esistente e delle tipologie di prodotti che valorizzano il territorio.

Dopo un confronto tra ristoranti stellati, ristoranti in hotel e ristoranti tipici, e l'analisi delle forze e debolezze del Lecchese, con un invito a superare la questione della stagionalità (puntando su montagne e lago, ma anche eventi sportivi e il Manzoni), la presentazione è terminata con due progetti: un evento itinerante che coinvolga diversi ristoranti e una cena in contemporanea in tutte le piazze del territorio lecchese. Il quarto gruppo, infine, si è dedicato all'extra alberghiero e in particolare a "Il Lario orientale".

Dopo aver analizzato strutture e presenze e avere fatto benchmarking con i casi di Interlaken, Priesteregg, San Luis, Dovecote sono state avanzate alcune proposte (pacchetti vacanze con prodotti del territorio) ed è stato evidenziato l'obiettivo di puntare sulla costruzione del brand del lago orientale con una strategia di comunicazione che non vada in competizione con quella complessiva del lago di Como.

Nel pomeriggio spazio poi a una tavola rotonda con tre testimonial: Vincenzo Cella, ceo Halldis (appartamenti e dimore uniche); Pierfrancesco Pozzetto, cda QC Terme; Damiano De Crescenzo, direttore generale Planetaria Hotel. In conclusione di giornata si è svolta la consegna dei diplomi ai corsisti: oltre al presidente Peccati e alla professoressa Antonioli sono intervenuti anche Bruno Busacca, Prorettore per lo Sviluppo e per le Relazioni con gli Alumni presso l'Università Bocconi e Professore Ordinario di Economia e gestione delle imprese dell’Università Bocconi, e Giovanni Tomasi, Direttore della Divisione Corporate Custom Programs Sda Bocconi.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Settembre 1956 è inaugurato il primo cavo sottomarino transatlantico, tra Scozia e Terranova.

Social

newTwitter newYouTube newFB