11 ottobre 2018   |  

Teleriscaldamento: in Regione asse Piazza-Formenti-Straniero

Il Consigliere regionale della Lega: “La nostra mozione tutela di più i cittadini rispetto a quella del M5S”

CroppedImage720439 piazzaformentistranierosss

"In tutto questo vociferare e calare false informazioni sul teleriscaldamento, dopo l’approvazione nei Consigli comunali di Lecco, Valmadrera e Malgrate, come Consigliere Regionale del territorio, insieme al collega Mauro Piazza, ho presentato una mozione per impegnare le Giunta regionale ad attuare un ulteriore monitoraggio su tutto il progetto”, così Antonello Formenti consigliere della Lega a Palazzo Pirelli.

“La prescrizione del Teleriscaldamento deriva da una direttiva europea che ha generato un provvedimento da parte di Regione Lombardia. Nella scorsa legislatura con la Risoluzione numero 81, Regione si impegnava ad attivare un tavolo tecnico di lavoro che monitorasse l’iter della prescrizione. La nostra mozione è in linea con gli orientamenti già assunti senza inseguire alcun impulso emotivo. Infatti, nessuno ha intenzione di continuare ad alimentare il termovalorizzatore solo per sostenere il progetto del teleriscaldamento. Bisogna considerare l'opportunità di non sprecare per altri anni l'energia che oggi viene prodotta a Valmadrera, naturalmente in un quadro di sicurezza ambientale e sanitaria” dichiara il leghista.

“Per questo” –continua Formenti - “abbiamo specificato nel testo della mozione l’impegno da parte di Regione Lombardia di valutare il recepimento di quanto emerge dal tavolo tecnico tra Regione stessa e Silea, al fine di realizzare al meglio questo progetto e tutelare al massimo la salute dei cittadini”. “Infine, con il nostro atto impegniamo la Giunta regionale lombarda a garantire che l’impianto preveda fonti di alimentazioni ecosostenibili alternative, al fine di evidenziare che la realizzazione della rete non sia causa fittizia per prolungare artificialmente la vita del termovalorizzatore" l’esponente del centrodestra lecchese . "La mozione una volta depositata è stata sottoscritta anche dal Consigliere Straniero, a testimonianza del fatto che, al di la delle diverse posizione ideologiche, per la tutela degli interessi di tutti i cittadini lecchesi, noi eletti al Pirellone siamo in grado di fare sintesi e squadra.” conclude Formenti.

Posizione con sfumature differenti, quella del commissario della Lega lecchese Stefano Parolari: "L'obiettivo è il superamento del teleriscaldamento come compensazione ambientale per la concessione dell’aumento della quantità di rifiuti autorizzata all'inceneritore di Valmadrera. In commissione si proverà a cucire e coordinare almeno due delle tre posizioni che già nel gennaio 2017 richiedevano un tavolo tecnico per verificare con quali tecnologie si intendeva alimentare il teleriscaldamento dopo la scadenza della autorizzazione del termovalorizzatore. Oggi, gruppi che rappresentano “pesi importanti“ dell’assise regionale, quali Lega, 5 Stelle ma anche Forza Italia, sono sempre più convinti che se si installa una rete di teleriscaldamento, inizialmente alimentata a rifiuti, con eventuale integrazione a gas metano, si debba sapere sin da questo momento con quali tempistiche e tecnologie sarà alimentata dopo lo spegnimento del forno".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newTwitter newYouTube newFB