Lecco, 15 marzo 2019   |  

Tanti studenti lecchesi in piazza per salvare il pianeta

Anche nella nostra città una manifestazione di giovani e non solo per chiedere politiche contro i cambiamenti climatatici.

Schermata 2019 03 15 alle 14.31.30

Centinaia e centinaia di giovani delle scuole di Lecco, ma anche universitari, rappresentanti di associazioni e liberi cittadini hanno preso parte oggi in piazza Cermenati alla mobilitazione "Fradays For Future".

In tantissime piazze di tutto il mondo viene raccolto l'appello di Greta Thunberg, la sedicenne svedese che ha iniziato questo sciopero della scuola per il clima. Da agosto, ogni venerdì, Greta si reca davanti al Riksdag, il Parlamento nazionale di Svezia, con il suo cartello Skolstrejk för klimatet, ovvero Sciopero della scuola per il clima.

Studenti in piazza dunque per chiedere alla politica di invertire la rotta e salvaguardare l'ambiente, ma anche per promuovere e diffondere buone pratiche: dalla riduzione dello spreco alimentare alla mobilità dolce e sostenibile, dalla raccolta differenziata all'economia circolare, passando per la riduzione degli imballaggi, l'utilizzo di borracce al posto di bottigliette di plastica.

"L'obiettivo – spiegano gli organizzatori - è quello di far focalizzare l'attenzione di cittadini e istituzioni sull'urgente tema del cambiamento climatico, per chiedere una riflessione seria sui propri stili di vita e un'attuazione rapida e decisa delle politiche atte a ridurre le emissioni e a promuovere un modello economico circolare. Invitiamo tutti a partecipare, soprattutto studenti e giovani, principali vittime delle scelte pigre e poco lungimiranti di ieri e di oggi".

Sul palco allestito nella piazza si sono susseguit interventi di studenti, professori e di esperti. Nel pomeriggio infine verrà organizzata una pulizia del lungolago per passare immediatamente dalle parole ai fatti.


Presente anche l'assessore all'ambiente Alessio Dossi: "Un momento importantissimo e partecipatissimo quello a cui ho preso parte questa mattina. La forza dei giovani ci sprona a fare di più su di un fronte che per troppo tempo è stato ai margini della politica e che ora diviene centrale e al tempo stesso trasversale, ovvero materia di tutti. Dobbiamo fare i conti con il nostro pianeta e ascoltare le richieste di chi lo abiterà domani, per questo mi sono preso pubblicamente l'impegno di incontrare ogni tre mesi gli studenti, per raccogliere input e suggerimenti, nonchè per monitorare la situazione e in definitiva lavorare insieme a loro anche su questioni concrete come quelle rappresentate nel Patto dei Sindaci integrato per il Clima e l'Energia a cui abbiamo aderito. Mi ha fatto infine piacere sapere che molti ragazzi avevano partecipato all'incontro con il meteorologo Luca Mercalli organizzato dal Comune di Lecco a gennaio proprio per parlare di cambiamenti climatici e azioni concrete, in capo a ciascuno di noi, atte a costruire un futuro sostenibile. Anche questi spunti di riflessione, mescolati con i messaggi di Greta, li hanno portati in piazza questa mattina".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Maggio 1992 - Strage di Capaci: una bomba fa saltare l'autostrada mentre transitavano le auto del giudice Giovanni Falcone e della scorta

Social

newTwitter newYouTube newFB