Lecco, 31 gennaio 2020   |  

Superati i 20mila visitatori per il Tintoretto Rivelato

La mostra chiude il 2 febbraio con l'intervento del critico d'arte Vittorio Sgarbi.

IMG 11120200131 WA0005

Biglietto numero 20.000

Ultimi giorni per il Tintoretto Rivelato, la tela del secondo Cinquecento, di proprietà di un collezionista privato milanese, che in due mesi di esposizione a Palazzo delle Paure ha richiamato oltre 20mila visitatori. Traguardo tagliato oggi pomeriggio, con il biglietto d'ingresso acquistato dalla signora Antonella Celeste di Valmadrera.

“L'Annunciazione del Doge Grimani”, era giunta in città il 6 dicembre grazie a un'iniziativa nata dal prevosto mons. Davide Milani e quindi dalla Comunità pastorale Madonna del Rosario, a cui hanno aderito il Comune di Lecco e diversi sponsor privati che sostengono l'iniziativa.

DSCN9254

“Puntavamo a 10mila visitatori e siamo arrivati a 20mila, – commenta il Prevosto – ma al di là dei numeri è il giudizio persone di chi ha visto l'opera che ci dice che l'idea progettuale che avevamo in testa è passata ed è diventata qualcosa di più grande. Avevamo voluto trovare un luogo simbolo della città, ma fuori dalle chiesa, per spiegare il motivo per cui i cristiani fanno festa a Natale, per spiegare cosa regge esperienza cristiana, grazie a un'opera che ha un valore artistico universale ma è in grado di tramettere anche questo significato”.

Quel “qualcosa più grande” è stato il coinvolgimento di 150 volontari (128 ragazzi, 10 adulti della parrocchia, 10 adulti dell'Università della Terza Età), praticamente tutti studenti di undici scuole superiori del territorio: “Ai ragazzi che hanno fatto da guida avevamo detto che il loro contributo era indispensabile perché l'esperienza dei visitatori erano completamente nelle loro mani. Ecco, l'esperienza vissuta da questi ragazzi è stato il valore aggiunto: di crescita e di dialogo con i visitatori. Domenica concludiamo con il Tintoretto Rivelato, ma da lunedì già pensiamo al prossimo anno”.

L'esposizione del Tintoretto Rivelato si appresta a chiudere con una media giornaliera di 425,6 visitatori (46 giorni e mezzo di apertura). Degli oltre 20.000 biglietti staccati il 60% è stato a pagamentto (2 euro il costo). Il 21% dei visitatori è arrivato da furoi provincia, con gruppi anche dalle Marche, dal Veneto, dal Lazio e dalla Toscana. Registrate anche presenze di visitatori stranieri: Svizzera, Usa, Francia, Germania e Australia.

DSCN9258Partner del progetto è stato il Comune di Lecco: “Il Tintoretto Rivelato – ha sottolineato l'assessore alla Cultura Simona Piazza – è stata una grandissima soddisfazione e, per i numeri che ha ottenuto, anche una grande sorpresa. È in assoluto la prima mostra per numeri visitatori, davanti a quella dedicata a Picasso che si era fermato 13mila visitatori e ai Macchiaioli a 10mila”.

E ancora: “Palazzo delle Paure si afferma come polo espositivo d'eccellenza, con due grandi mostre in contemporanee e con altre, come quella dei presepi, andate molto bene. Dobbiamo continuare con le sinergie pubblico-privato e le reti di partnership con altre realtà istituzionali del territorio, con l'importante esperienza fatta dai giovani”.

Belle e importanti anche le testimonianze di alcuni ragazzi che hanno collaborato alla mostra.

Chiara, studentessa di quarta del Leopardi, sottolinea la passione vissuta in questa esperienza: “In questo progetto cercavo, e ho trovato, uno scopo che mi aiutasse a far entrare nella mia vita quello che studiamo. Vedere dei professionisti come i professori e don Milani, mi ha aperto lo sguardo. Dallo studio, da un impegno che ci siamo presi, è fiorita bellezza”.

Michela frequenta la quinta artistico: “è stata un'esperienza che mi ha permesso di mettermi in gioco anche se sono timida e un po' insicura. Ho potuto dimostrare a me stessa che ho capacità e la gente le può apprezzare. Trovarsi davanti a un'opera che non si vede tutti i giorni e doverla spiegare alle persone è una responsabilità grandissima e mi ha aiuto a capire come funziona il mondo del lavoro e il genere di lavoro che vorrei fare”.

DSCN9260

La professoressa Laura Polo

Dello stesso avviso Anny, in quinta al Medardo Rosso: “è stata un'iniziativa che mi ha dato davvero tanto, mi ha permesso di mettermi in gioco. Ringrazio tutti coloro che hanno organizzato”.

Riccardo studia ingegneria elettronica al Politecnico: “Ho sentito spesso i miei coetani dire che Lecco è bella ma non c'è molto da fare. Voglio ringriare chi mi ha dato l'occasione di poter rispondere loro che si deve avere anche voglia di fare. Una bellissima iniziativa che ci ha dato la scossa per metterci in gioco”.

Tra i volontari anche Fadel Ramadan, libanese che studia ingegneria civile al Politecnico. Si è proposto come presentissimo volontario per la guardania: “Ho imparato una cosa nuova da tutte le guide e dalle professoresse. E più stavo avanti al quadro e più imparavo cose nuove, anche se sono musulmano. Anche per noi Maria è stata una donna molto importante”.

E domenica 2 Febbraio, per la conclusione, Vittorio Sgarbi sarà in città a tenere una conferenza su “L’Annunciazione: Perugino, Bronzino, Tintoretto” presso aula magna del Politecnico - Polo Territoriale di Lecco con inizio alle ore 18,30. Tutti i posti sono ormai andati esauriti (680 posti), con le prenotazioni raccolte in meno di una giornata. L'appuntamento gode del contributo di Regione Lombardia.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

31 Marzo 1889 è inaugurata a Parigi la Torre Eiffel

Social

newTwitter newYouTube newFB