Ballabio, 10 maggio 2018   |  

Riparte “Valsassina: la Valle dei Formaggi - Slow Life & Food”

La rassegna sarà inaugurata dalla Fiera del Taleggio 2018 in programma per domenica 13 maggi

logo valsassina valle formaggi

Dopo il grande successo della prima edizione, torna “Valsassina: la Valle dei Formaggi”, il progetto che quest’anno vanta il patrocinio Slow-Food e coinvolge i comuni della Valle, la Comunità Montana, aziende casearie e associazioni con l’obiettivo di promuovere tradizioni ed eccellenze legate alla filiera lattiero-casearia.

“Valsassina: la Valle dei Formaggi” è un progetto ispirato dal volume “Arte casearia e zootecnia. Tradizioni da leggenda in Valsassina” di Giacomo Camozzini, Michele Corti e Pietro Buzzoni, pubblicazione che raccoglie un'approfondita ricerca storica. La Valsassina rappresenta infatti un territorio con una densità senza pari di tradizioni e storie casearie che si intrecciano con l’evoluzione del caseificio moderno, un mix unico che ha consolidato il ruolo di protagonista che la Valle ricopre da sempre in questo settore dell’industria agroalimentare.

Un marchio di qualità per valorizzare la filiera lattiero-casearia del territorio, ma non solo. “Valsassina: la Valle dei Formaggi”, in continuità con i valori espressi all’interno del bando promosso da Regione Lombardia che aveva sostenuto la prima edizione del Festival, ha l’obiettivo di favorire il mantenimento e lo sviluppo delle aziende agricole locali che svolgono attività di presidio e cura del territorio, di sviluppare e qualificare il turismo locale, rurale, ambientale e naturalistico puntando alla destagionalizzazione, e infine ha l'obiettivo di contribuire a salvaguardare e tramandare il patrimonio ambientale e naturale, così strettamente legato alle tradizioni e all’identità culturale connesse alle stesse attività agricole.

Altro aspetto da sottolineare è il passaggio della regia del Festival dal Comune di Cremeno alla Comunità Montana, che opera attraverso Centro Zootecnico. Sempre la Comunità Montana sta procedendo alla registrazione del marchio. L’intento è quello di trasformare “Valsassina: la Valle dei Formaggi” in un marchio territoriale con regolamento che ne disciplini l'utilizzo.

Venendo al ricco calendario di questa seconda edizione di “Valsassina: la Valle dei Formaggi”, sarà la 12^ Fiera Itinerante del Taleggio, in programma per domenica 13 maggio a Ballabio. Gli eventi proseguiranno per tutto il periodo estivo, da giugno a fine agosto, con “Caseifici aperti”, in collaborazione con le aziende casearie del territorio che proporranno degustazione di formaggi di propria produzione, e “Casere e rifugi aperti”, un viaggio lungo i 10 itinerari raccolti in un’app dedicata realizzata nel corso della prima edizione che permetterà di scoprire gli inimitabili formaggi d’alpe, partendo dalla visita guidata negli alpeggi per arrivare al menù che verrà proposto dai rifugi. Sempre nel periodo estivo ci sarà l’affascinante iniziativa “Gorgonzola e barite, uno storico gemellaggio” in collaborazione con il Parco minerario di Cortabbio.

Il festival dei formaggi d’autore non si ferma qui. Quest’anno, infatti, rientrano nel calendario di “Valsassina: la Valle dei Formaggi” alcuni importanti appuntamenti che animeranno la Valle nei mesi autunnali. Il 28, 29 e 30 settembre, in località Prato Buscante di Barzio, ci saranno le tradizionali Manifestazioni Zootecniche Valsassinesi, in concomitanza delle quali, per la prima volta, la Valsassina ospiterà la 28^ edizione degli “Incontri Tra/montani” con il convegno “Arte casearia e zootecnia nelle valli alpine e prealpine. Dalla tradizione una nuova risorsa per il futuro”.

Si prosegue nel mese di ottobre con “Profumi e sapori d’Autunno” a Moggio che anticipa l’importante appuntamento con la Mostra regionale della Capra Orobica, in programma a Casargo per il terzo weekend di novembre. Chiuderà il calendario d'initiative la manifestazione “Agrinatale” a dicembre.

Ad impreziosire questa seconda edizione di “Valsassina: la Valle dei Formaggi - Slow Life & Food” contribuisce la collaborazione con il CFPA - Centro di Formazione Alberghiera di Casargo, che sarà protagonista di due eventi organizzati il primo nei mesi estivi e il secondo durante l’autunno.

Infine, non mancherà la mostra dedicata alla tradizione casearia e zootecnica della Valsassina, che si preannuncia ricca di coinvolgenti sorprese.

Il calendario completo, con tutti i dettagli organizzativi delle diverse iniziative, verrà illustrato durante la conferenza stampa dedicata che si terrà verso la fine giugno.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Ottobre 1986 Reinhold Messner raggiunge la vetta del Lhotse (Nepal) e diventa il primo uomo ad aver scalato tutte le quattordici vette che superano gli 8000 metri

Social

newTwitter newYouTube newFB