12 gennaio 2018   |  

Post Wikimania: 400mila euro per Bellano, Lierna, Taceno e Varenna

Tra le opere finanziate le passerelle nell'Orrido di Bellano, piazza IV Novembre a Lierna, la ciclabile a Tartavalle e la passerella a lago di Varenna.

CroppedImage720439-maroni-wikimania-esino-9

La Giunta regionale lombarda ha approvato una delibera che stanzia 400.000 euro per alcuni progetti di valorizzazione dei Comuni di Bellano, Lierna, Taceno e Varenna a seguito dell'evento Wikimania che si e' svolto, a giugno 2016, a Esino Lario.

"Questi fondi - ha spiegato il sottosegretario alla Presidenza dellla Regione Lombardia, con delega alle Riforme Istituzionali, Enti Locali, Sedi Territoriali e Programmazione Negoziata, Daniele Nava - consentiranno di portare a termine 4 interventi. Fra questi l'ampliamento del sistema di passerelle all'interno del fiume Pioverna nell'Orrido di Bellano, la riqualificazione di Piazza IV Novembre con la valorizzazione dell'opera di Giannino Castiglioni nel comune di Lierna; il proseguimento della pista ciclopedonale in localita' Tartavalle, con collegamento della sponda destra del torrente Pioverna alla sponda sinistra nel comune di Taceno e la riqualificazione ambientale e strutturale della passerella a lago e Via dei Marmisti a Varenna. Con questa delibera aggiungiamo un ulteriore tassello agli impegni presi in questa legislatura e con tutto il territorio".

"Prossimamente - ha aggiunto l'assessore allo Sport e Politiche per i Giovani, Antonio Rossi - verranno definiti i progetti per il comune di Esino. Nel giugno del 2016 siamo riusciti, con un gioco di squadra tra Regione ed Enti locali, a portare Esino, le nostre montagne e la provincia di Lecco agli onori della cronaca mondiale. Da qui siamo partiti per un lavoro di valorizzazione delle nostre ricchezze paesaggistiche a cui oggi si aggiunge questo provvedimento. Dalle parole passiamo ai fatti, sempre al fianco dei nostri territori e dei nostri cittadini". (Lnews)

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB