Lecco, 15 ottobre 2018   |  

Vivere Lecco lascia la maggioranza: Brivio ci ha delusi

Primo consiglio comunale per i neo assessori Nigriello, Fusi, Goretti e Dossi. Dopo il rimpasto in consiglio entra anche Pirovano.

WhatsApp Image 2018 10 15 at 19.26.55

Il primo consiglio comunale di Lecco dopo il rimpasto (fuori Mazzoleni, Venturini e RIzzolino; dentro Goretti, Fusi, Dossi e Nigriello) deciso dal sindaco Virginio Brivio ha visto l'uscita dalla maggioranza di Vivere Lecco.

La lista che, insieme a Pd e Appello per Lecco, aveva sostenuto la seconda candidatura a primo cittadino di Brivio ha infatti deciso l'uscita dalla maggioranza dopo l'estromissione dalla giunta del proprio assessore Ezio Venturini. Una decisione che è stata annunciata dall'unico rappresentate di Vivere Lecco presente in consiglio Dario Spreafico:

Grazie Presidente e buonasera a tutti,
Sig. Sindaco lei ci ha deluso dal punto di vista politico e umano.
Politico perché si è dimenticato di quel 3 % di elettori di Vivere Lecco che le ha permesso di accedere allo scranno di sindaco e, quindi, di poter governare questa città dal non lontano 2015. Cosa dico ai ns. elettori? Come giustifico l’estromissione dell’unico assessore promotore con me della lista Vivere Lecco?

Escludendo V.L. dalla sua Giunta in nome di un dio minore non bene identificato lei ha tradito il ns. e suo elettorato. La scelta di V.L. di appaggiorla nell’agone elettorale era basata sulle sue capacità di amministratore pubblico e della lealtà e fiducia che ha sempre dimostrato, oggi, però, lei ha dimostrato di non aver più fiducia nelle capacità di Ezio Venturini e quindi nel movimento che rappresenta. Non mi venga a parlare per favore di nuova linfa, di nuovo vigore, di rinnovamento delle forze, di nuovo gioco di squadra etc.

Gli assessori uscenti hanno dato il meglio di sé e avrebbero potuto dare ancora molto se gli fosse stata data la possibilità … adesso che avevano maturato esperienza e capito la “macchina comunale”. Non me ne vogliano i “nuovi assessori” ai quali auguro un buon lavoro nell’interesse dei cittadini e della città … noi di Vivere Lecco stiamo da quella parte!!

Siamo delusi anche da punto di vista umano perché la fuori uscita del Sig. Venturini, che ha sempre avuto nei suoi confronti rapporti di lealtà, sincerità e onestà intellettuale per raggiungere gli obiettivi condivisi usando il sistema dei “non proclami” e individuando nell’umiltà il metodo di lavoro fa molto male a chi è stato fedele.

Ferisce lo spirito di abnegazione con il quale, anche il sottoscritto, ha votato a favore di alcune delibere e mozioni, uniformandosi al vero concetto di democrazia (si entra con 100 idee e se ne esce con una sola) e sostenendo alcune volte posizioni non proprie condivise totalmente … vs bene … mi sono illuso… errore mio!

Noi di Vivere Lecco, lo reputiamo un pericoloso scivolone all’alba dell’anno e mezzo di amministrazione che manca alla fine del suo mandato.

Mi sorge il dubbio che già le espressi lo scorso lunedì, unico incontro che abbiamo avuto circa il rimpasto, forse meglio definirla frittata, e non “ripetuti confronti con i partiti di maggioranza” come è stato spesso tuonato da lei e dai giornali.

Lei forse non vuol terminare il suo incarico nei tempi canonici … una sorta di suicidio politico per poi risorgere come l’araba fenice … “post fata resurgo” ! Cosa già vista tra quest banchi!

Sig. sindaco il “gioco dei numeri” potrebbe riservarle qualche brutta sorpresa! No, il ruolo della stampella al PD non mi si addice a queste condizioni!
Comunque Sig. sindaco è sua la responsabilità del varo di questa nuova squadra ma non possiamo rimanere inermi a questo nuovo progetto senza di noi.
Pertanto usciremo dalla maggioranza!

Vivere Lecco resterà sempre sincera e leale nei confronti dei nostri cittadini e saremo attente sentinelle del operato della nuova Giunta.
Non mi resta che augurarvi buona fortuna.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Gennaio 1506 arriva a Roma il primo contingente di Guardie Svizzere composto da 150 uomini

Social

newTwitter newYouTube newFB