Lissone, 18 marzo 2018   |  

Per Lecco Basket Women sconfitta sul campo di Lissone

Coach Berri: “Non è bastata una difesa fantastica per poter vincere"

squadra Lecco Basket Women

Galvi Lissone – Lecco Basket Women 46-36 (parziali: 15-11, 27-21, 32-28)

Galvi Lissone:Ziccardi, Castelli 11, Maniezzi 2, E.Chiappelli 6, Sirtori, Romanò 9, Pensabene 2, Fagiani, Parma 9, S.Chiappelli 7, Arosio, Daniel. All.: Ventura.
Lecco Basket Women: Pozzi 6, Frisco 1, Butti 11, Giulia Rusconi 6, Paglia 4, Nava 5, Chimienti, Benzoni, Martina Rusconi 1, Galli 2, Binda, Scumace. All.: Berri.
Arbitro: Lupo di Pioltello.

Dopo un autentica battaglia, Lecco Basket Women si deve arrendere alla vice capolista Lissone, rimandando così una vittoria che poteva significare molto per il quintetto di coach Berri. In primis dimostrare che le blucelesti possono competere con le grandi e soprattutto che basta davvero poco per poter fare il definitivo salto di qualità e competere con le prime della classe.

La nota negativa arriva invece arriva dalle percentuali al tiro con solo 36 punti realizzati e un deficitario 7/21 ai liberi, che analizza i motivi del settimo referto giallo della stagione e la mancanza di precisione nella tiro. La squadra ha tirato tanto, ma con scarsa precisione. La partita. Si sapeva che contro Lissone sarebbe stato un match fisico e così è stato. Le locali partono subito forte sul 15-7, ma poi quando la difesa lecchese sale in cattedra, la partita cambia volto con la tripla di Butti che vale il sorpasso sul 17-19 del 15'. Nel finale di quarto 5 punti firmati da Romanò riportano Lissone sul +6 all'intervallo (27-21)

. Ci si aspetta un secondo tempo combattuto e sul campo le difese prevalgono sugli attacchi. Si segna con il contaggocce con Lecco che spreca troppo dalla lunetta. La tripla di Castelli da un'altra fiammata a Lissone che sembra poter mettere le mani sul match (32-27), ma dopo un tecnico sanzionato a Sara Chiappelli, Lecco si riavvicina con 4 punti di Giulia Rusconi per il 39-36 del 37'. Questa purtroppo è l'ultima scintilla delle blucelesti che vengono annichilite definitivamente dalla tripla di Romanò e dai liberi di una chirurgica Castelli che fa 4/4 ai liberi per il definitivo 46-36, un divario che risulta bugiardo per quanto fatto vedere sul campo dalle lecchesi.

Ecco il parere di coach Berri: “Non è bastata una difesa fantastica per poter vincere. Dobbiamo crescere come precisione ai tiri e ai liberi e su questo lavoreremo. Questa è la nostra squadra con tutti pregi e difetti. Grande intensità e grande cuore con buone scelte nei tiri, ma non segniamo e con 36 punti non si vincono le partite”.

Galvi Lissone – Lecco Basket Women 46-36 (parziali: 15-11, 27-21, 32-28)

Galvi Lissone:Ziccardi, Castelli 11, Maniezzi 2, E.Chiappelli 6, Sirtori, Romanò 9, Pensabene 2, Fagiani, Parma 9, S.Chiappelli 7, Arosio, Daniel. All.: Ventura.
Lecco Basket Women: Pozzi 6, Frisco 1, Butti 11, Giulia Rusconi 6, Paglia 4, Nava 5, Chimienti, Benzoni, Martina Rusconi 1, Galli 2, Binda, Scumace. All.: Berri.
Arbitro: Lupo di Pioltello.

Lissone: Dopo un autentica battaglia, Lecco Basket Women si deve arrendere alla vice capolista Lissone, rimandando così una vittoria che poteva significare molto per il quintetto di coach Berri. In primis dimostrare che le blucelesti possono competere con le grandi e soprattutto che basta davvero poco per poter fare il definitivo salto di qualità e competere con le prime della classe. La nota negativa arriva invece arriva dalle percentuali al tiro con solo  36 punti realizzati e un deficitario 7/21 ai  liberi, che analizza i motivi del settimo referto giallo della stagione e la mancanza di precisione nella tiro. La squadra ha tirato tanto, ma con scarsa precisione. La partita. Si sapeva che contro Lissone sarebbe stato un match fisico e così è stato. Le locali partono subito forte sul 15-7, ma poi quando la difesa lecchese sale in cattedra, la partita cambia volto con la tripla di Butti che vale il sorpasso sul 17-19 del 15'. Nel finale di quarto 5 punti firmati da Romanò riportano Lissone sul +6 all'intervallo (27-21). Ci si aspetta un secondo tempo combattuto e sul campo le difese prevalgono sugli attacchi. Si segna con il contaggocce con Lecco che spreca troppo dalla lunetta. La tripla di Castelli da un'altra fiammata a Lissone che sembra poter mettere le mani sul match (32-27), ma dopo un tecnico sanzionato a Sara Chiappelli, Lecco si riavvicina con 4 punti di Giulia Rusconi per il 39-36 del 37'. Questa purtroppo è l'ultima scintilla delle blucelesti che vengono annichilite definitivamente dalla tripla di Romanò e dai liberi di una chirurgica Castelli che fa 4/4 ai liberi per il definitivo 46-36, un divario che risulta bugiardo per quanto fatto vedere sul campo dalle lecchesi. Ecco il parere di coach Berri: “Non è bastata una difesa fantastica per poter vincere. Dobbiamo crescere come precisione ai tiri e ai liberi e su questo lavoreremo. Questa è la nostra squadra con tutti pregi e difetti. Grande intensità e grande cuore con buone scelte nei tiri, ma non segniamo e con 36 punti non si vincono le partite”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

31 Maggio 1972 a Peteano (Gorizia) una pattuglia di carabinieri, accorsa in seguito ad una telefonata, incappa in una bomba: tre le vittime. Il fatto sarà ricordato come strage di Peteano

Social

newTwitter newYouTube newFB