Lecco, 12 giugno 2018   |  

Pd di Lecco: "Congresso subito per rilanciare il Partito”

"Un congresso che parta dai contenuti discussi nei circoli territoriali e non dai nomi dei candidati segretari"

pdSondrio 400x300

"Opposizione intransigente, unità interna, leadership forte e legittimata": questi i tre pilastri sui quali rifondare il Partito Democratico secondo l’Assemblea Cittadina del PD Città di Lecco, riunitasi per discutere della situazione politica nazionale e del rilancio del PD giovedì scorso.

"Al centro del documento di sintesi - spiegano dal partito - redatto a fine dibattito e che verrà inviato alla Direzione Regionale e Nazionale e alle rispettive segreterie, le contraddizioni e la pericolosità sociale del nuovo Governo Lega-Cinque Stelle: il Presidente del Consiglio che rinuncia programmaticamente ad esercitare il suo ruolo Istituzionale di guida dell’Esecutivo; gli esisti devastanti sul contenimento del debito pubblico di Flat Tax e reddito di cittadinanza, nonché la loro sostanziale incompatibilità; le misure repressive con accenti razzisti in merito ai temi dell’immigrazione e la loro strumentale sovrapposizione alla questione della sicurezza sociale.

A fronte di questa diagnosi il ruolo del PD è, allora, quello di costruire, e velocemente, un’efficace alternativa - garante della Costituzione, dei Diritti Individuali, della Democrazia liberale e partecipativa, della giustizia sociale, della collocazione internazionale dell’Italia e della valorizzazione dell’Unione Europea - alle forze populiste e sovraniste che rischiano di far deragliare il Paese.

Per questo il PD Città di Lecco, tramite il documento, chiede alla Direzione Nazionale e Regionale decisioni immediate per la convocazione del Congresso. Un congresso che parta dai contenuti discussi nei circoli territoriali e non dai nomi dei candidati segretari al fine di ritrovare una proposta politica e una leadership convincenti e attraenti nei territori riguadagnando il consenso necessario ad esercitare la propria funzione fino in fondo".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Ottobre 202 a.C. battaglia di Zama. Scipione l'Africano sconfigge Annibale, assicurando la vittoria alla Repubblica romana

Social

newTwitter newYouTube newFB