Lecco, 28 dicembre 2019   |  

Parcheggio Ospedale, la Uil: servono proposte concrete

Falanga: inutile dividere la popolazione tra soggetti di Seria A e di Serie B.

OSPEDALE MANZONI 011

Il Segretario Generale UIL FPL del Lario Vincenzo Falanga replica a Ezio Venturini di Cambiamo con Toti in merito al parcheggio dell'ospedale di Lecco.

Abbiamo appreso a mezzo stampa della proposta di Ezio Venturini, esponente di “Cambiamo con Toti” ed ex assessore all’Ambiente della Giunta Brivio in merito al posteggio per utenti dell’ospedale Manzoni di Lecco e siamo perplessi rispetto alla posizione ra ppresentata.

Riteniamo che chi si appresta a presentare proposte per il cambiamento della città di Lecco debba avere una visione d’insieme globale del problema soprattutto se si parla di dinamiche connesse ai servizi sanitari pubblici.

Forse nel rappresentare uno squilibrio rispetto all’esigenza dei posteggi presso la ASST di Lecco tra dipendenti e utenza, non si tiene conto che le categorie a cui si fa cenno “nella stessa barca di difficoltà e che oggi più di ieri è fondamentale trovare il “giusto equilibrio” per garantire ad operatori e utenti quanto necessario per erogare e ricevere un servizio di qualità adeguato.

La UIL FPL del Lario si è battuta sin dall’inizio della propria esperienza sindacale affinché sul tema dei posteggi si aprisse un dibattito serio affinchè gli operatori del servizio sanitario potessero fruire di tutti i posteggi necessari e utili anche in ottica dell’assistenza da erogar e per questo che siamo convinti
che di ulteriori possibilità di posteggio siano possibili pur chè si attivino gli investimenti necessari.

Alla politica che si appresta ad amministrare il Comune di Lecco chiediamo proposte concrete e le necessarie risorse per investire sul territorio e non dividere la popolazione tra soggetti di Seria A e di Serie B perché a nostro avviso, oltre a non essere un a modalità proficua di gestione della città, non fabene a nessuno soprattutto quando si parla di Sanità Pubblica.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

3 Aprile 1896 esce il primo numero della Gazzetta dello Sport, nata dalla fusione de Il ciclista e La tripletta

Social

newTwitter newYouTube newFB