Lecco, 14 maggio 2022   |  

Ospedale Manzoni di Lecco intervento di cistectomia radicale robot-assistita

Si è tenuta dall’11 al 12 maggio la sesta edizione di SIU Live, organizzata dalla Società Italiana di Urologia, momento formativo di grande importanza.

urologia

Un evento unico che ha visto, in diretta streaming, interventi di chirurgia urologica che hanno permesso agli specialisti di conoscere le tecniche utilizzate dagli operatori coinvolti, vederli in azione dalla propria sala operatoria assicurando sicurezza ed efficienza nelle prestazioni per il paziente.

L’ASST di Lecco ha partecipato al prestigioso evento trasmettendo, nella seconda giornata di formazione organizzata il 12 maggio, un intervento di cistectomia radicale robot-assistita, la risposta chirurgica gold standard nel trattamento del cancro della vescica infiltrante.

Paolo Favini, Direttore Generale ASST Lecco
“L’ASST di Lecco è tra le realtà ospedaliere italiane che può assicurare ai propri pazienti il più evoluto sistema robotico per la chirurgia mininvasiva, il robot Da Vinci, per il trattamento anche di patologie urologiche. Potendo contare su tecnologie all’avanguardia e professionisti capaci la nostra azienda continua ad assicurare un’assistenza ultra-specialistica di grande rilievo”.

Salvatore Scuzzarella, Direttore Unità Operativa Complessa Urologia ASST Lecco
“Siamo veramente orgogliosi di essere stati invitati dalla Società Italiana di Urologia a partecipare ad una sessione di interventi in diretta in contemporanea con le maggiori urologie italiane.
Abbiamo colto l’occasione per presentare una cistectomia con l'ausilio del nostro robot Da Vinci.
È bene ricordare che non molto tempo fa, questo tipo di intervento veniva effettuato utilizzando solo la procedura chirurgica tradizionale in modalità aperta. Tutto ciò, solitamente, risultava in lesioni significative dei tessuti e dei nervi, in una notevole perdita di sangue oltre che in un rischio maggiore di infezioni post-operatorie e complicazioni.
Con l'avvento della chirurgia laparoscopia robotica assistita viene garantita una maggiore precisione e conservazione dei tessuti oltre al fatto che vengono dimezzati i tempi di intervento con tempistiche di recupero più rapide e minore ospedalizzazione per il paziente”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Maggio 1990 il Tgv Atlantique n.25 (Tgv325) conquista il record di velocità per mezzi ferroviari convenzionali raggiungendo i 515,3 km/h

Social

newTwitter newYouTube newFB