Lecco, 01 luglio 2020   |  

Mir Sada e Spazio Arci Condiviso: aiuti per i migranti della rotta balcanica

Provengono Afghanistan, Siria, Iraq, Palestina, Bangla Desh, Tunisia, Marocco, Algeria

MIR SADA SCARPE

Nella giornata di lunedì 29 giugno una delegazione dell’Associazione "Mir – Sada Progetto per la Pace” di Lecco e del “Circolo Arci Spazio condiviso” di Calolziocorte si è recata presso la sede dell’Associazione “Linea d’Ombra ODV” di Trieste per consegnare un importante carico di aiuti
umanitari composto da: 75 paia di scarpe / 50 paia di pantaloni / 60 coperte termiche / 140 magliette / 30 paia di calze e 4 sacchi a pelo.

I volontari dell’Associazione Linea d’ombra lavorano quotidianamente a Trieste in un piccolo parco nei pressi della Stazione Ferroviaria dove arrivano i profughi provenienti dalla tristemente nota rotta balcanica.

Si tratta di persone che provengono, per la maggior parte, da Afghanistan, Siria, Iraq, Palestina, Bangla Desh, Tunisia, Marocco, Algeria e che arrivano a Trieste dopo viaggi (per lo più a piedi) che durano mesi, spesso vittime di episodi di violenza da parte delle varie polizie di confine ed giungono a Trieste in condizioni disperate.

Il lavoro dei volontari di questa Associazione consiste in varie forme di intervento: da quello medico alla fornitura di unminimo di materiale personale, igienico e di cibo per continuare a sopravvivere.

Con il nostro piccolo gesto di solidarietà abbiamo voluto dimostrare tutta la nostra vicinanza a queste persone che sono troppo spesso dimenticate ed invisibili ed è nostra intenzione proseguire la collaborazione con gli amici di Trieste.

Associazione Mir – Sada Progetto per la Pace Circolo Arci Spazio Condiviso

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

9 Agosto 1991  a Campo Calabro un commando mafioso uccide il magistrato Antonio Scopelliti

Social

newTwitter newYouTube newFB