Merate, 03 aprile 2018   |  

Mandic di Merate: numeri in crescita per il punto accoglienza

I dati: 3696 ore di presenza garantite dal Gruppo Volontari Merate e le 33.733 prestazioni erogate.

mandic.merate

Sono stati resi noti di recente i dati relativi all’attività del 2017 del Punto Accoglienza del presidio ospedaliero Mandic di Merate. Con 3696 ore di presenza garantite dal Gruppo Volontari Merate e le 33.733 prestazioni erogate, l’attività si è caratterizzata per una notevole crescita rispetto all’anno precedente, quando ci si era fermati a quota 25.842 prestazioni.

Il gruppo che presta servizio presso il Punto Accoglienza, e che è attivo presso il nosocomio meratese dal giugno del 2014, si compone di una cinquantina di volontari appartenenti a diverse associazioni tra cui FARESALUTE, AVO ,AVIS, AIPA, CROCE BIANCA, LILT, 2000XTE, VOLONTARIAMENTE.

Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 15.00, questi partecipano e collaborano con l'Amministrazione ospedaliera nel fornire tutta una serie di informazioni di servizio e, da marzo 2017, si occupano anche di prestare assistenza ai Totem a tutti gli utenti che, quotidianamente, accedono al Presidio di Piazza Leopoldo Mandic.

In linea con l’anno precedente, l’analisi dell’attività del Punto Accoglienza ha riscontrato come anche nel 2017 i quesiti posti ai volontari da parte degli utenti /visitatori del Mandic abbiano riguardato in gran parte il CUP, il Centro Prelievi, i servizi poliambulatoriali ospedalieri e di alcuni reparti di degenza e diagnosi, ma anche le stesse prestazioni erogate dall’Ospedale.

I mesi in cui si è registrata una maggiore richiesta di informazioni sono stati, nell’ordine seguente, marzo, febbraio, aprile e novembre. Le statistiche fanno riferimento anche al flusso di informazioni richieste: maggiore nel corso della prima parte della mattinata - fascia oraria che si caratterizza per una più intensa affluenza di utenti presso il Presidio Ospedaliero – e in calo nella seconda parte del mattino e nel primo pomeriggio.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Settembre 1783 i fratelli Montgolfier presentano l'aerostato detto "ad aria calda" che viene innalzato alla presenza del re Luigi XVI, nei giardini di Versailles. L'aerostato prende poi il nome di mongolfiera.

 

Social

newTwitter newYouTube newFB