Lecco, 02 febbraio 2019   |  

Anche a Lecco il presidio “L’Italia che resiste”

Cittadini e associazioni oggi davanti al Comune, in piazza Diaz.

WhatsApp Image 2019 02 02 at 17.47.48

Circa duecento persone hanno preso parte al presidio di oggi in Piazza Diaz a Lecco, organizzato dal coordinamento “Noi tutti migranti” di Lecco, aderendo all’appello nazionale “L’Italia che resiste”.

"Dar vita ad una catena umana attorno a tutti gli edifici dei Comuni Italiani, perché - spiegano gli organizzatori - abbiamo scelto di resistere alle scelte inumane di chi vorrebbe lasciar morire in mare chi scappa dalla guerra, dalla fame e dalla povertà. Perché non si torni indietro mai più. E' un'auto-convocazione, dovuta all'insopprimibile necessità di dire basta alla violenza, per chiedere rispetto della vita civile e dei diritti umani di tutti. Chi verrà porti un simbolo del salvataggio in mare".

"La Manifestazione del 2 febbraio - spiegano gli organizzatori dell'evento che coinvolgerà diverse città - nasce come reazione spontanea di un gruppo di cittadini impegnati nel sociale davanti al quotidiano sfoggio di barbarie e crudeltà. La nostra aspirazione è quella di far passare il concetto che siamo dei normali cittadini Che sono intenzionati a contrastare politiche di governo che vanno, in modo antistorico, riportando nel nostro paese razzismo e xenofobia.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Marzo 1935 la Persia viene rinominata Iran

Social

newTwitter newYouTube newFB