Lecco, 08 marzo 2019   |  

"L'immagine femminile nella pubblicità e gli stereotipi di genere"

Venerdì 15 marzo alle 18 una seduta aperta della commissione consiliare pari opportunità

Coti Zelati

Monica Coti Zelati

Venerdì 15 marzo alle 18 si terrà una seduta aperta della commissione consiliare pari opportunità del Comune di Lecco sul tema "L'immagine femminile nella pubblicità e gli stereotipi di genere".

"Ci è sembrato interessante e opportuno proporre un momento di approfondimento su di un tema annoso, che di quando in quando ritorna a far parlare di sé - spiega la presidente della commissione Monica Coti Zelati e che riguarda la figura della donna nei contesti pubblicitari - Nonostante ci sia molta più consapevolezza che in passato rispetto all’uso strumentale e stereotipato della figura della donna nella comunicazione in generale, e in quella pubblicitaria in particolare, questo tema resta di assoluta attualità, anche in relazione a un mondo che sempre più utilizza il linguaggio delle immagini".

All’incontro interverrà Stefano Longoni, direttore creativo di una società pubblicitaria, che darà alcuni spunti di riflessione a partire dalla propria esperienza professionale, nonchè l'assessore alle pari opportunità del Comune di Lecco Francesca Bonacina, che con l'occasione commenta: "La Giornata internazionale della donna ci riporta a una serie di questioni irrisolte in Italia e nel mondo, discriminazioni e violenze, verso le quali abbiamo il dovere di un fattivo e costante impegno. L’8 marzo è però anche una ricorrenza nella quale ricordare e riflettere sulle tante conquiste sociali, politiche ed economiche che non solo hanno segnato il cammino di emancipazione delle donne nel tempo, ma anche quello delle loro comunità. Conquiste che non sono mai da considerarsi come acquisite una volta per tutte ma che vanno custodite, sostenute e sviluppate attraverso un continuo lavoro di attualizzazione dei valori che portano con sé. Buon 8 marzo a tutte le donne!"

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

27 Giugno 1980 il Dc9 I-Tigi Itavia Ih870, in volo da Bologna a Palermo, partito con due ore di ritardo, esplode nei cieli a Nord di Ustica, 81 le vittime, di cui 13 bambini

Social

newTwitter newYouTube newFB