Lecco, 07 novembre 2018   |  

"Liberi di respirare": tre eventi a Lecco sul pericolo amianto

di Stefano Scaccabarozzi

Tra le proposte anche un seminario tecnico per professionisti e amministratori.

IMG 20181107 143833

Virginio Brivio, Alessandro Ghioni, Ombretta Fortuna e Cinzia Manzoni

In Lombardia negli ultimi 16 anni ci sono stati 6mila casi di mesotelioma pleurico, altri 4500 sono stimati nei prossimi dieci anni. Nella nostra regione ci sono 207mila siti censiti per un totale stimato di 6 milioni di metri cubi di materiale contenente amianto di cui 1,5 milioni friabile. In provincia di Lecco in provincia  71mila metri cubi di materiale con amianto.

Numeri che ben descrivono il rischio amianto e la necessità di mantenere alta l'attenzione sul tema. Per questa ragione la prossima settimana si terrà in città "Liberi di respirare. Lavoro & Ambiente e & Città”, manifestazione promossa dal Gruppo Aiuto Mesotelioma e da Legambiente Lecco, in collaborazione con il Comune e con Dinamo Culturale.

WhatsApp Image 2018 11 07 at 15.31.51Un'importante occasione di riflessione, articolata su tre eventi, per sensibilizzare sindaci e cittadini circa l'importanza di vigilare e di effettuare correttamente le bonifiche dall'amianto.

«Si tratta di un momento di apprendimento e incontro per tutto il nostro territorio perché quella contro l’amianto è una guerra che dobbiamo combattere tutti insieme. – spiega Cinzia Manzoni, presidente del Gruppo Aiuto Mesotelioma – Se non si farà una bonifica il futuro delle prossime generazione sarà sicuramente compromesso in termine di salute, con ricadute notevoli anche sulla spesa sanitaria. Tanto si è fatto a Lecco, ma c'è ancora molto su cui lavorare: dobbiamo unire le forze, Comuni e cittadini, per trovare soluzioni insieme».

Il calendario degli eventi parte martedì 13 novembre alle ore 20.30 presso lo Spazio Teatro Invito con la presentazione del film “Un posto sicuro” di Francesco Ghiaccio, con al presenza dell’attore Marco D’Amore. La pellicola racconta il doloroso dramma di Casale Monferrato, dove aveva sede l’azienda Eternit, e la coraggiosa lotta dei suoi cittadini.

Giovedì 15 novembre alle ore 15 nell’auditorium della sede di Confindustria in via Caprera a Lecco si terrà il seminario “Gestione rischio amianto”. Il convegno è rivolto a studiosi, ingegneri, architetti e amministratori locali e ha lo scopo di illustrare gli strumenti legali, burocratici e tecnici per rimuovere l’amianto dagli edifici pubblici e privati.

Sabato 17 Novembre alle 14.30 in Sala Ticozzi a Lecco spazio all’incontro pubblico “Liberi di respirare, insieme contro l’amianto” che vedrà la partecipazione degli esponenti del Coordinamento Nazionale Amianto. Ospite la giornalista Rosy Battaglia che presenterà il suo docufilm “La rivincita di Casale Monferrato”, frutto di un lavoro durato molti anni per raccontare come Casale sia riuscito a cancellare la ferita dell’amianto. Durante l’incontro si discuterà inoltre dello stato di avanzamento della rimozione dell’amianto dagli stabilimenti dell’ex Leuci.

«Un'iniziativa – commenta il sindaco Virginio Brivio – che nasce dal lavoro svolto dal Gruppo Aiuto Mesotelioma attraverso lo sportello attivo in Comune e l'attività di stimolo, denuncia, sensibilizzazione e informazione. In questa lotta c'è bisogno di competenze e di professionalità adeguate per una corretta bonifica dell'amianto. Faremo poi il punto sulle azioni messe in campo in città, alla Leuci e non solo».

Partner dell'iniziativa anche Legambiente Lecco: «In un'ottica di consumo di suolo zero – spiega Alessandro Ghioni - si dovrà andare a intervenire sulle aree dismesse ex industriali che spesso hanno al loro interno numerosi manufatti con amianto. Per questo saranno presentati anche esempi di bonifiche ben fatte».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Novembre 1903 il Partito Social Democratico dei Lavoratori Russo si scinde in due gruppi; i Bolscevichi (che in russo significa "maggioranza") e i Menscevichi ("minoranza")

Social

newTwitter newYouTube newFB