Lecco, 07 dicembre 2017   |  

"Lecchesi e milanesi uniti nei Santi e nell’azione civica del dare"

Sindaco Brivio: la protezione di San Nicolò ci sta benissimo, ma che quella di “darsi di gomito” con Sant’Ambrogio può essere solo un costante beneficio

CroppedImage720439-festa-brivio-rancio-2015-13

L'intervento del sindaco di Lecco Virginio Brivio per San Nicolò e Sant'Ambrogio.

Il calendario dei Santi accosta in rapida successione San Nicolò, 6 dicembre, e Sant’Ambrogio, 7 dicembre. La circostanza mi suggerisce una riflessione geografica più che agiografica. Per meglio dire, accende una luce sul rapporto tra la Città e la metropoli e sulla osmosi e sui flussi che uniscono al di là delle singole e anche marcate peculiarità.

E’ un modo laico per sentirsi ambrosiani e per ricordare a intere generazioni che moltissimi di noi, per studi, lavoro, cultura, persino per lo sport (che ci ha fatto milanisti o interisti!) abbiamo pescato e vissuto le nostre esperienze sulla tratta Lecco-Milano. Sugli stessi collegamenti su ferro e gomma, potenziati nel tempo, che hanno segnato e servito le due comunità e sancito un rapporto di vicinato assegnato dalla geografia oltre che dalla storia.

Ho ascoltato ieri attentamente l’intervento dell’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, che nel discorso alla Città di Milano (il primo discorso del nuovo Vescovo che come da tradizione si rivolge alla comunità civile e alle Istituzioni, vale la pena ascoltarlo) ha saputo muoversi dentro questioni scottanti e attualissime, lontano dalla retorica e vicino invece al pulsare della vita e della sua qualità.

E’ questo il tema di oggi e degli anni a venire: le statistiche contano sì, ma hanno assai più peso le visioni di chi governa e amministra, chiamiamole pure strategie, che affondano le loro radici in un patrimonio comune e guardano avanti consapevoli che la sinergia non è una forma di sistematica e acritica collaborazione, ma con la consapevolezza che nel villaggio globale è essenziale che le diverse realtà percorrano le stesse vie, anche con una differente toponomastica, ma con la barra dritta che ci fa capire quale sia la strada maestra per indicare il futuro ai giovani.

L’appartenenza al mondo ambrosiano non significa farsi inghiottire o omologare alla metropoli, ma essere consci che l’apertura su Milano, sulla vasta area, è un’opportunità, quando non l’autentico snodo dei problemi che ci affliggono a partire da quelli infrastrutturali. Ragionando sulla nostra Città, mi pare di poter dire che la protezione di San Nicolò ci sta benissimo, ma che quella di “darsi di gomito” con Sant’Ambrogio può essere solo un costante beneficio e la garanzia che non camminiamo in solitudine sotto le nostre… guglie!

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Dicembre 1964 dal poligono di Wallops Island, (in Virginia, Stati Uniti), viene lanciato il primo satellite italiano, il San Marco I

Social

newTwitter newYouTube newFB