Lecco, 16 novembre 2017   |  

La Lega: ora basta, il Ferrhotel va svuotato e restituito alla città

" Vogliamo che gli studenti, le ragazze, i lecchesi, i turisti possano percorrere le vie lecchesi senza temere per la propria incolumità"

croppedimage701426 flavio nogara stop invasione

Flavio Nogara, segretario provinciale della Lega Nord, interviene sul tema dell'accoglienza dei migranti dopo i controlli effettuati ieri dalle forze dell'ordine in via Ferriera, con il ritrovamento di modiche quantità di droga.

Quanto sta succedendo nella nostra provincia ed in particolare in città a Lecco ha dell’incredibile ed è sconvolgente! Il disegno di accoglienza a tutti i costi del PD e della sinistra ha portato a situazioni di degrado spaventoso, alla formazione di ghetti e zone diventate pericolose per i lecchesi che al contrario vorrebbero vivere in una città libera e tranquilla.

Quanto successo al Ferrhotel è purtroppo quanto ci aspettavamo, come non ci meraviglierebbe venissero accertati casi di prostituzione o altre forme di sfruttamento di condizioni disagiate. La Lega Nord l’ha sempre detto: non è possibile accogliere tutti, gente che non ha diritto di restare nel nostro paese.

L’unico fattore che può portare integrazione è il lavoro, e questo percorso di inserimento può essere fatto ed ha un senso solo con quella minima parte di richiedenti asilo ai quali è stato concesso lo status di rifugiati, ma tutti gli altri non hanno diritto di restare sul nostro territorio, sono entrati in modo clandestino e dovranno prima o poi essere espulsi.

Ovvio che se neppure la nostra gente oggi trova lavoro e le ditte chiudono, come si fa a collocare questa gente? L’unica alternativa per chi non trova lavoro e per chi tenterà di restare nel nostro Paese da clandestino, una volta respinta la richiesta d’asilo, sarà quindi prestare il fianco alla malavita che prometterà un pasto ed un letto in cambio di attività illecite! Noi non vogliamo vivere in un mondo del genere, vogliamo un futuro migliore, vogliamo una città sicura, senza schiavi della malavita fatti entrare nel nostro Paese, promettendo false illusioni, con la scusa che scappano dalla guerra!

Ora basta! Il Ferrhotel va svuotato e restituito alla città di Lecco! Chi ha sbagliato va espulso e chi gestisce questa immigrazione oltre che riscuotere deve assumersi le proprie enormi responsabilità. Come si può pensare di affrontare un problema di questa portata riempendo un immobile dei lecchesi di immigrati, mantenuti a nostre spese, che non avranno mai un futuro nel nostro Paese, come nascondere la polvere sotto uno zerbino?

Già troppo abbiamo sopportato in questi ultimi anni, ora il vaso è colmo!!! Vogliamo che gli studenti, le ragazze, i lecchesi, i turisti possano percorrere le vie lecchesi senza temere per la propria incolumità e senza dover impostare il proprio percorso in base alle zone malavitose segnalate o risapute!

Qualcuno vuole farci credere che anche questo è normale? Per la Lega Nord non lo è e non lo sarà mai!!! Sindaco BRIVIO ora basta!!! L’intera maggioranza dovrebbe dimettersi per rispetto dei Lecchesi e per palese incapacità! Perché se da amministratore non sai garantire la sicurezza e la tranquillità ai tuoi cittadini hai fallito, e Brivio con la sua maggioranza favorendo l’ingresso in città dei richiedenti asilo scavalcando i diritti dei lecchesi ha fallito!!!

I lecchesi non si preoccupino, caccino tranquillamente Brivio, la Lega Nord con tutto il Centrodestra è pronta per tornare a governare e liberare Lecco da questa amministrazione fallimentare, ed al primo punto del programma elettorale ci sarà la sicurezza della Città e l’allontanamento di chi non ha diritto di ricevere asilo perché non scappa da nessuna guerra e non proviene da terre di persecuzioni! A

Lecco prima verranno i Lecchesi! Lecco tornerà a splendere!

Il Segretario Provinciale di Lecco
Lega Nord - Lega Lombarda
Flavio Nogara

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Dicembre 1964 dal poligono di Wallops Island, (in Virginia, Stati Uniti), viene lanciato il primo satellite italiano, il San Marco I

Social

newTwitter newYouTube newFB