Lecco, 16 maggio 2019   |  

In Basilica l'ultimo commosso saluto a Bianca Brambilla Sala

In tantissimi hanno voluto prendere parte al funerale dell'insegnane e preside della Kolbe.

DSCN3053

Familiari, amici, colleghi e molti dei ragazzi l'hanno conosciuta come insegnante e preside hanno voluto prendere parte, nel pomeriggio di oggi in Basilica a Lecco, al funerale di Bianca Brambilla Sala, spentasi nella serata di martedì 14 maggio all'età di 69 anni.

DSCN3058Il rito funebre officiato da padre Giuseppe Panzeri si è aperto con la lettura di un messaggio di cordoglio inviato dal cardinale Angelo Scola: «A Edi, con i figli Pietro, Anna, Chiara e Alessandra e a tutti i nipotini, a Elvia, ai parenti tutti, agli amici, cui si aggiungono le generazioni di ragazzi con le loro famiglie educati da Bianca alla scuola Kolbe. La straziante dipartita di Bianca ci mette davanti al nostro destino. Con serietà chiediamo a Dio di poter trasformare il nostro dolore in sorgente di luce, quella che già da ora illumina il volto della nostra cara Bianca. Personalmente, nella memoria del suo matrimonio celebrato 45 anni fa, questa morte diventa per me una provocazione a cambiar vita, a trasformarla per quanto possibile in testimonianza dell'indistruttibile compagnia di Gesù, Maria Santissima e tutti i santi».

Nell'omelia padre Giuseppe ha così ricordato Bianca: «L'ho conosciuta quando facevo la prima superiore, avevo 14 anni e già la consideravo grande, nel senso vero del termine. Bianca non è mai stata definita dalla sua fragilità, dai suoi limiti o peccati, ma dalla risposta data alla domanda e alla proposta di Cristo “Mi ami tu?” Una risposta che già era evidente quando, appena sposata con Edmondo, era nella parrocchia dei Frati in quello che si chiamava insediamento e poi nella scuola come insegnante e preside, rispondendo sì con tutte le sue capacità, con semplicità, serenità e tenacia. Ho sempre visto in Bianca questa risposta semplice, con tutta la capacità umana di cui era capace, che era tanta. Bianca ha rispsoto all'amore infinito di Cristo per lei. Una risposta in cui ha coinvolto la famiglia, la scuola, gli amici».

DSCN3066«Il Signore – ha continuato padre Giuseppe - ha chiamato Bianca alla sua Misericordia per il compimento di quello che ha iniziato qui in terra e per il perdono delle fragilità e dei peccati. Come Bianca siamo afferrati da una storia che ci ha fatto percepire il comandamento nuovo di Gesù “Amatevi come io vi ho amato”. Bianca non poteva essere guardata prescindendo da questa storia che l'ha afferrata, era appartenza e sequela al movimento, alla Chiesa, a Cristo».

Bianca Brambilla Sala, benemerita della città di Lecco, è stata preside per più di trent'anni della scuola “Massimiliano Kolbe” e responsabile di “Compiti Point”. La famgilia e i colleghi l'hanno voluta ricordare con la lettura di alcuni messaggi di ricordo e ringraziamento al termine della celebrazione.

La salma è stata tumulata al cimitero di Castello a Lecco.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Settembre 1499 con il trattato di Basilea la vecchia Confederazione, che ha dato origine alla Svizzera, diventa uno stato indipendente.

Social

newTwitter newYouTube newFB