Lecco, 12 giugno 2019   |  

Il “fabbro di Dio” Felice Tantardini dichiarato Venerabile

Riconosciute le virtù eroiche del Servo di Dio originario di Introbio.

tantardini

Nella giornata di ieri il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Durante l’Udienza, il Sommo Pontefice ha autorizzato la medesima Congregazione a promulgare i Decreti riguardanti le virtù eroiche del Servo di Dio Felice Tantardini, Fratello del Pontificio Istituto per le Missioni Estere, nato a Introbio (Italia) il 28 giugno 1898 e morto a Taunggy (Myanmar) il 23 marzo 1991.

Conosciuto come il “Fabbro di Dio”, da Introbio partì a 24 anni, nel 1922, per la Birmania e vi dedicherà tutta la vita fino alla morte nel 1991, mettendosi al servizio delle missioni e rimanendo sepolto in quella terra.

La causa di beatificazione è stata aperta sulla scia di una fama di santità spontanea in terra di missione di fronte alla semplicità e umiltà di fratel Felice, ma anche alla sua profonda devozione,in particolare mariana. “Chiunque aveva un’angoscia, – scriveva di lui padre Cesare Colombo, giunto poi a Lecco ad animare il Laboratorio missionario – con lui accanto gli passavano”.

Fratel Felice, per voto personale, non mancava mai di recitare il rosario più volte al giorno.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Agosto 1991 la Lettonia dichiara l'indipendenza dall'Unione Sovietica

Social

newTwitter newYouTube newFB