Lecco, 23 dicembre 2018   |  

Il Coe aiuta i ragazzi con disabilità in Guatemala

Il progetto “Alma de Colores” propone laboratori pratici di artigianato, panificazione, corsi di cucina e orto sociale per l'inserimento lavorativo di ragazzi con disabilità

COE 001

Quest'anno la campagna natalizia promossa dal Coe di Barzio mira a sostenere - con varie iniziative - il progetto “Alma de Colores” che propone laboratori pratici di artigianato, panificazione, corsi di cucina e orto sociale per l'inserimento lavorativo di ragazzi con disabilità in una piccola cittadina nel Sud del Guatemala

Partecipare è semplice: basta organizzare la festa e aderire alla campagna, si riceverà un kit che comprende una cartolina grafica personalizzata che l’organizzatore della festa potrà inviare come invito a tutti i partecipanti e gli “Adornos navideño”, le decorazioni natalizie realizzate a mano dai giovani di Alma de Colores, il dono che gli ospiti riceveranno durante il brindisi di auguri. In occasione della festa il COE invita l’organizzatore a raccontare il progetto e invitare tutti gli invitati a fare una piccola donazione a partire da 5 euro per ricevere in cambio gli “Adornos navideño”.

Prelibatezze della Valsassina sulla tua tavola di Natale
Per l’ottavo anno consecutivo il Coe promuove la raccolti fondi per sostenere i progetti educativi e formativi che l’Associazione promuove in Italia e nel mondo.
Grazie alla collaborazione con la storica azienda valsassinese Carozzi Formaggi, sarà possibile ordinare al COE diverse soluzioni di cesti natalizi con i prelibati formaggi della valle, per i doni a parenti e amici, un regalo di indiscussa qualità per rendere ancora più speciali i pranzi e le cene delle festività.

Il progetto Alma de Colores
Dal 2011 a San Juan La Laguna – una piccola cittadina a circa 1.500 metri di altitudine nel sud del Guatemala, Paese del Centro America in cui oltre il 50% della popolazione vive in condizione di povertà estrema – il Coe è impegnato nel Progetto Alma de Colores a favore della formazione di ragazze e ragazzi con disabilità. L’obiettivo coincide con il favorire il loro inserimento lavorativo e accompagnarli verso l’indipendenza economica e un futuro migliore per sé e per le loro famiglie.

Chi prende parte ad Alma de Colores frequenta laboratori pratici di artigianato, panificazione, corsi di cucina e orto sociale e soprattutto riceve le necessarie terapie riabilitative. Il lavoro è la loro unica possibilità di riscatto economico e sociale. Per questo il COE vuole dare vita a un’impresa sociale che garantisca continuità, occupazione e dignità.

L’Associazione COE invita privati e imprese a sostenere il progetto, per garantire farmaci anticonvulsivi per lavoratori con disabilità, lezioni di lingua dei segni per lavoratori non udenti, materiali e sementi per l’orto sociale a coltivazione biologica.

Testimonianza: Marinella Bacchio e Marco D’Herin, volontari Coe in Guatemala
Abbiamo vissuto con i nostri figlioli Elia e Giulio cinque intensi anni all’interno della comunità Maya Tzutujil in Guatemala dove abbiamo contribuito alla nascita e allo sviluppo di Alma de Colores. Durante una vacanza in Messico, abbiamo scorto un volantino che parlava di un’associazione genitori di bambini disabili in Guatemala che cercava esperti del settore che volessero contribuire alla sua crescita. Era il 2002, ed Elia, il nostro primo figlio, aveva 1 anno.

L’anno successivo siamo andati in Guatemala, abbiamo conosciuto questo gruppo sparuto di genitori che non si arrendevano a ciò che la società guatemalteca di allora voleva per i loro figli: emarginazione e pregiudizio. Il loro sogno è diventato presto il nostro sogno, la loro lotta la nostra lotta, i loro successi i nostri successi.

Abbiamo sostenuto a distanza la creazione e lo sviluppo dell’associazione Centro Maya fino al 2009, anno in cui, oltre al sostegno della nostra comunità, la conoscenza del COE e la partecipazione al corso per volontari internazionali, ci hanno fatto capire che i tempi erano maturi per metterci in gioco in prima persona. è nato così Alma de Colores, progetto di inserimento lavorativo per persone con disabilità.

Tornati in Italia, non possiamo che continuare a sostenere, insieme alle decine di persone che negli anni si sono innamorate come noi della causa, questo meraviglioso cantiere di promozione dei diritti umani. Ringraziamo chi si unisce a noi nella convinzione che un mondo davvero inclusivo e sostenibile sia possibile.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Settembre 324 Costantino I sconfigge definitivamente Licinio nella battaglia di Crisopoli, diventando l'unico imperatore dell'Impero romano.

Social

newTwitter newYouTube newFB