Lecco, 18 gennaio 2017   |  
Cultura   |  Sport

Franco Perlotto racconta il suo "Spirito libero"

Ha visitato una cinquantina di paesi nel mondo e ha scalato alcune migliaia di montagne, molte delle quali da solo.

perlotto 70 10

Da alcune settimane gli appassionati di montagna possono trovare in libreria l'opera di una vecchio amico di Lecco e delle nostre montagne. In “Spirito Libero”, edito dalla casa editrice lecchese Alpine Studio, Franco Perlotto, racconta la sua vita da eterno vagabondo.

Nato a Vicenza nel 1957, guida alpina, viaggiatore, giornalista, Perlotto ha visitato una cinquantina di paesi nel mondo e ha scalato alcune migliaia di montagne, molte delle quali da solo. Perlotto infatti è uno dei grandi arrampicatori solitari italiani, ed è stato uno dei primi ad applicare questa pratica anche all'estero, in paesi lontani e in luoghi leggendari.

spiritolibero cover 195x300Dopo i primi anni sulle Dolomiti, dove aveva scalato numerose pareti in solitaria, realizzò la prima ascensione solitaria sulla parete più alta d'Europa: il Troll, in Norvegia, un gigantesco muro di granito di 2600 metri di sviluppo. Una scalata che fece così scalpore che Messner la definì la più grande impresa solitaria di quegli anni.

Negli anni settanta fu il primo italiano a scalare le pareti dello Yosemite e a incontrare i protagonisti dell'epoca d'oro dell'arrampicata americana dai quali trasse preziosi insegnamenti, applicati in seguito a una serie incredibile di ascensioni in tutto il mondo, in gran parte addirittura in aree remote e selvagge del continente sudamericano dove il solo arrivare ai piedi delle montagne da lui scalate era - e sarebbe ancora adesso per chiunque - un'avventura di per sé strepitosa.

Franco Perlotto ha inoltre operato in missioni umanitarie in Afghanistan, in Palestina, in Ciad, in Bosnia, in Zaire, in Rwanda, in Sudan, in Congo, in Sri Lanka e in Brasile. Ha vissuto per tre anni con gli indios Yanomami nella foresta brasiliana e per quattro anni ha coordinato un programma del Ministero degli Esteri contro gli incendi forestali in Amazzonia della quale è uno dei più grandi esperti italiani.

Ha pubblicato una decina di libri, tra i quali il Manuale dell’Alpinismo per Sperling & Kupfer e La Terra degli Invisibili, un romanzo per Marco Tropea Editore. Ha pubblicato molti reportages di viaggio sulle principali testate italiane ed estere. Con Alpine Studio ha pubblicato anche Indio (2014), oltre a Spirito Libero (2016).

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Settembre 1499 con il trattato di Basilea la vecchia Confederazione, che ha dato origine alla Svizzera, diventa uno stato indipendente.

Social

newTwitter newYouTube newFB