Lecco , 14 agosto 2019   |  

Valsassina: la valle dei formaggi un week-end ricco di eventi

Sabato 17 Agosto il caseificio Invernizzi Daniele ospita il dietologo-farmacista Alberico Lemme e domenica 18, a Morterone, è in programma la Festa dell’Alpe Costa del Palio con la tradizionale gara dei cani da pastore e la presentazione del volume “Arte casearia e Zootecnia”.

Festa Alpe 2019 1

“Valsassina: la valle dei formaggi” propone un weekend ricco di appuntamenti dedicati al gusto e alle tradizioni. Sabato 17 Agosto, dalle 15, il Caseificio Invernizzi Daniele ospita, nella sua sede di Pasturo, l’incontro con il dottor Alberico Lemme. Il farmacista-dietologo più famoso e controverso della televisione presenterà i suoi innovativi formaggi senza sale realizzati proprio in collaborazione con il caseificio di Pasturo.

Domenica 18 Agosto sono protagonisti i pascoli Morterone e con la Festa dell’Alpe Costa del Palio. Si comincia alle 9.00 con l’apertura delle iscrizioni alla decima edizione della gara dei cani da lavoro. Alle 11 all’agriturismo Costa del Palio ci sarà la presentazione del volume “Arte casearia e Zootecnia. Tradizioni da leggenda in Valsassina”.

Si prosegue alla 12 con la benedizione dell’alpe e il pranzo. Infine, alle 14 il via alla gara dei cani. Ogni partecipante dispone di 1 minuto di tempo per spostare o radunare il bestiame con l’aiuto del proprio cane. Tutti i concorrenti ottengono un punteggio, dato dalla giuria, che valuta la performance in base ai seguenti punti: l’animale deve eseguire perfettamente l’ordine del padrone e non deve in alcun modo danneggiare le vacche mordendo o graffiando, deve immediatamente rientrare nel momento in cui viene richiamato.

Si valuta inoltre la velocità, la precisione e la complicità che vi è fra cane e padrone. Questi indici di valutazione permettono di stilare una classifica e a ogni partecipante viene dato un riconoscimento. I primi 16 ricevono un campanaccio di valore decrescente in base alla posizione in graduatoria, mentre a tutti gli altri viene dato un presente, che può essere del materiale destinato al cane o destinato al lavoro di allevatore. I premi sono delle donazioni da parte del Comune, della Comunità Montana e di titolari di attività private che ogni anno sostengono la manifestazione.

«Il fine settimana che ci attende è ricco di iniziative, in particolare la festa dell'Alpe Costa del Palio è l'evento che ormai da anni richiama centinaia di turisti - sottolinea Antonella Invernizzi, presidente del Centro Zootecnico della Valsassina e Montagna Lecchese e sindaco di Morterone -. Il mattino la presentazione del libro “Arte casearia e zootecnia” introduce nel mondo delle tradizioni casearie, il pomeriggio lo spettacolo della gara dedicata ai cani pastore e ai loro conduttori. Gara particolare, perché la prova di lavoro non è, come di regola con i cani, su ovini, ma su bovine da latte. Ha ben poco a che fare con il mondo della cinofilia e delle competizioni. Occasione per ricordare il lavoro insostituibile dei cani da conduzione queste gare sono prima di tutto una festa della montagna, un'occasione per avvicinare pastori e malghesi di valli vicine e lontane».

Questa iniziativa è conosciuta a livello Lombardo e nel passato hanno aderito anche partecipanti giunti da fuori regione. Non attira solo allevatori che gareggiano, ma anche molte persone incuriosite dalla manifestazione considerata quasi uno spettacolo; infatti, per chi non conosce il mondo dell’allevamento è davvero incredibile vedere quel legame e quella complicità che si crea tra uomo e animale. Sono molti i giovani, sia ragazzi sia ragazze, che amano la montagna e la professione di allevatore e durante questa manifestazione partecipano cercando di dimostrare con passione il lavoro che quotidianamente i cani svolgono con la propria mandria bovina. Il valore aggiunto della manifestazione è proprio la valorizzazione di un antico mestiere, ancora oggi importantissimo per le nostre montagne. Per tutti la possibilità di conoscere e capire quanto sacrificio e quanto valore ci sia dietro a questi umili e adorabili cani, che quotidianamente lavorano al fianco degli alpeggiatori.

Ricordiamo inoltre che fino al 25 Agosto è visitabile la mostra “La Valsassina di Leonardo” allestita nella Sala Pensa all’interno della sede della Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera a Barzio. Un interessante percorso di scoperta dei luoghi della Valsassina e del territorio lecchese che Leonardo aveva conosciuto e apprezzato. Completa la visita la proiezione del documentario a cura di Michele Mauri con riprese ed editing di Gabriele Ardemagni e coprodotto da Telenova.

Orari di apertura: dal 10 al 18 Agosto: 10:00/12:00 -15:00/18:00 – 21:00 – 23:00. Dal 19 al 25 Agosto: 15:00/19:00. Ingresso libero.

 

(pubblicità redazionale)

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Agosto 1807 viene inaugurata l'Arena Civica di Milano

Social

newTwitter newYouTube newFB