Lecco, 03 giugno 2020   |  

Elezioni Lecco 2020, Fumagalli (5 Stelle) si presenta

“Tra i punti cardine del nostro programma elettorale ci sono tre ingredienti fondamentali che dovrebbero essere alla base di ogni decisione futura: mobilità, sostenibilità e partecipazione".

Silvio Fumagalli

E' Silvio Fumagalli, 29 anni, residente in città, il candidato del MoVimento 5 Stelle alla prossime elezioni comunali della città di Lecco.

Da bambino ha frequentato la scuola dell'infanzia “Caleotto”, poi ha studiato alle elementari “De Amicis” e alle medie “Stoppani”. Dopo aver conseguito
il diploma al liceo scientifico “Grassi”, si è iscritto all'Università Bicocca e poi alla Cattolica di Milano portando a termine il percorso di laurea in Scienze Statistiche ed Economiche.

Da qualche anno lavora a Milano per una multinazionale che si occupa di consulenze statistiche dopo la prima esperienza nel mondo del lavoro
all'interno di una società di credito al consumo.

Appassionato di montagna, ha frequentato diversi oratori dei rioni lecchesi e ha giocato a pallacanestro in molte squadre della città come la Belladense, l'Aurora San Francesco e la GSG Lecco.

L'anno scorso si è sposato e ha scelto di abitare proprio a Lecco, la città dove ha sempre vissuto con orgoglio.

“Perché ho deciso di candidarmi a sindaco? Credo che sia arrivato il momento di cambiare scegliendo un volto nuovo, slegato da interessi di comodo. Come ripeto spesso, servono energia e coraggio per rilanciare Lecco e farla diventare una città vivibile, moderna e all'avanguardia”, dichiara Silvio Fumagalli.

“Tra i punti cardine del nostro programma elettorale ci sono tre ingredienti fondamentali che dovrebbero essere alla base di ogni decisione futura: mobilità, sostenibilità e partecipazione. Con il supporto del mio gruppo, e in particolare grazie all'esperienza del consigliere uscente Massimo Riva, spero di contribuire a migliorare la mia città con una prospettiva a lungo termine”, aggiunge il candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

 5 Dicembre 1456 un'immane terremoto sconvolge la Campania e le regioni circostanti, con epicentro nella zona del Sannio e con ripetute scosse secondarie nella zona dell'Irpinia e del Molise: 30.000 le vittime.

Social

newTwitter newYouTube newFB