Lecco, 14 febbraio 2020   |  

"Dal Senegal un caso di studio. Da Lecco un progetto di ricerca"

Appuntamento giovedì 20 febbraio 2020 alle ore 18 presso il Polo Territoriale di Lecco - Politecnico di Milano in Via G. Previati 1/c a Lecco.

Ingegneria Senza Frontiere - Milano in partenariato con Associazione Centro Orientamento Educativo - COE, in collaborazione con il Polo territoriale di Lecco - Politecnico di Milano e con il sostegno del Comitato lecchese per la pace e la cooperazione tra i popoli promuove la conferenza Sustainable cities and communities. Dal Senegal un caso di studio. Da Lecco un progetto di ricerca in programma giovedì 20 febbraio 2020 alle ore 18 presso il Polo Territoriale di Lecco - Politecnico di Milano in Via G. Previati 1/c a Lecco.

L’incontro, aperto a tutta la cittadinanza, si svolge nell’ambito di “Ëlëku Daga - l’avvenire di Daga, città inclusiva e sostenibile” il progetto di Ingegneria Senza Frontiere - Milano cofinanziato dal bando 2018 del Comitato lecchese per la pace e la cooperazione tra i popoli. L’occasione sarà preziosa per presentare alla cittadinanza e agli studenti i risultati raggiunti dal progetto.

A seguito della crescita della popolazione della capitale del Senegal e della decisione di allentare la pressione demografica su Dakar attraverso la creazione dei nuovi centri urbani di Daga-Kholpa e Diamniadio, il villaggio di Daga Dialaw (1.914 abitanti) sarà presto trasformato in un polo urbano che ospiterà 190.000 persone. Su richiesta delle autorità locali e della popolazione di Daga, ISF-MI ha realizzato un’indagine dalla quale si evince che gli abitanti conoscono solo sommariamente il piano di sviluppo previsto e si sentono inascoltati, impotenti di fronte a un’imposizione, minacciati dalla speculazione edilizia, dall’esproprio delle terre, dalla scomparsa delle attività agro-pastorali, dalla perdita di valori e i legami sociali.

Il progetto “Ëlëku Daga - l’avvenire di Daga, città inclusiva e sostenibile” si propone di sostenere la capacità della popolazione di Daga Dialaw di contribuire a pianificare e a gestire in modo partecipato la nascita del nuovo centro urbano di Daga-Kholpa, promuovendo uno sviluppo comunitario inclusivo e sostenibile e tutelando le risorse naturali e il patrimonio culturale esistenti. L’intervento si sviluppa su due assi: la promozione di un percorso per la pianificazione e la gestione partecipata del nuovo polo urbano di Daga-Kholpa e l’allestimento uno spazio di aggregazione per i giovani attraverso lo scambio di buone pratiche con gli studenti del Politecnico di Milano.La partecipazione è aperta a tutti gli studenti e alla cittadinanza.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Febbraio 1984 viene firmato l'accordo di villa Madama, il nuovo concordato tra Italia e Santa Sede.

Social

newTwitter newYouTube newFB