Lecco, 30 novembre 2019   |  

Da Lecco allo Zecchino d'Oro la coraggiosa avventura di tre lecchesi

di Donatella Salambat

Stefano, Federica e Francesca, tre lecchesi, che nelle prossime settimane parteciperanno alla 62 edizione dello Zecchino d'Oro con la canzone “Mettici la salsa”

Trio lecchese zecchino

da sinistra Federica Spreafico, Francesca Negri e Stefano Fumagalli

Stefano Fumagalli, Federica Spreafico e Francesca Negri sono tre lecchesi che quest’anno parteciperanno alla 62° edizione delle Zecchino d’Oro con la canzone “Mettici la salsa”. Una grande soddisfazione per i tre giovani lecchesi quando giunge la notizia che la giuria dell''Antoniano aveva accettato il brano. “Mettici la salsa” sarà una delle dodici canzoni che, scelta fra ben 615 proposte, parteciperanno alla manifestazione canora più amata dai bambini.

Un traguardo raggiunto al terzo tentativo dal terzetto lecchese. Per il brano è stato realizzato un provino chitarra e voce, registrato da Stefano presso il suo studio di Lecco (Hdstudio) mentre la canzone è stata arrangiata e prodotta successivamente dal maestro Beppe Vessicchio presso l’Antoniano a Bologna.

Stefano, classe 1983, frequenta a Lecco le scuole elementari fino al liceo classico Grassi. Negli anni in cui frequenta gli scout nasce l'amicizia, tuttora viva, che lo lega a Francesca. Ascoltando Stefano, si percepisce che la musica è stata e sempre sarà una parte importante della sua vita. Bimbo vivace, come da sua ammissione, si avvicina al mondo della musica all’età di dieci anni quando comincia a prendere confidenza con la chitarra classica. Da allora quel mondo diventa il suo fino a diventarne un professionista.

Crea uno studio di registrazione per vari prodotti, colonne sonore comprese e realizza allestimenti multimediali creando un ponte tra il mondo musicale e l’informatica.

Dopo tanto lavoro finalmente si avvera il sogno del trio lecchese: partecipare alla manifestazione canora destinata all'infanzia più famosa al mondo. Scrivere una canzone per un pubblico di bambini è più impegnativo rispetto ad un brano destinato ad un pubblico adulto. Stefano, Francesca e Federica hanno dovuto cimentarsi con tutta la loro esperienza per trovare il linguaggio adatto ai più piccini ed allo stesso tempo garantire un testo che fosse propositivo di valori ed elevato di qualità musicale.

Autrice delle parole del testo è Francesca Negri, dal 2009 professoressa di lettere all’ Istituto Superiore Bertacchi di Lecco. L’ispirazione a scrivere questo testo arriva da suo figlio Gioele di nove anni, un bimbo che, a differenza del fratello, Nicolò, di cinque anni, non ama sperimentare o cercare nuovi sapori o aromi, tanto che mangia tutto in bianco compresa la pasta.

Francesca, ama moltissimo la sua professione di insegnante a contatto ogni giorno con alunni dalle diverse attitudini. Un lavoro in cui deve motivare gli alunni a scoprire, sviluppare, esplorare e far crescere ogni giorno la voglia di apprendere per conoscere. Chi meglio di lei quindi poteva trovare le parole giuste ed efficaci per scrivere un testo da inviare allo Zecchino d'oro?

Al trio si aggiunge anche Federica Spreafico, moglie di Stefano, laureata al conservatorio di musica di Como in canto jazz. Il suo contributo è stato quello di eseguire il brano e trovare gli accordi giusti tra parole e musica. Cantante e cantautrice, anche lei di Lecco, si esibisce in tutto il mondo e, cosa importante, ama insegnare canto moderno a “Le officine musicali”, una scuola nata nel 2018 a Morbegno (Sondrio), ad opera di Joe Valenti e Dario Senese.

Tre giovani promesse espressione del talento musicale lecchese. La 62^ edizione dello Zecchino d'Oro sarà anche un'opportunità per Stefano, Federica e Francesca di vivere in un mondo che va ben oltre la competizione canora perché conosceranno una realtà fatta di volontari e di bambini vivendo momenti di condivisione autentica.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Dicembre 1941 seconda guerra mondiale: i giapponesi attaccano la base navale statunitense di Pearl Harbor. L'episodio segna l'ingresso ufficiale degli USA nel conflitto

Social

newTwitter newYouTube newFB