Lecco, 10 febbraio 2020   |  

Celebrata agli Istituti Airoldi e Muzzi la Giornata del Malato

In mattinata la Santa Messa, concelebrata da Don Raffaele Anfossi, cappellano dell'Ospedale Manzoni, da Padre Giuseppe Fossati, assistente spirituale dell'Unitalsi, da Don Gianni Grulli, cappellano degli Istituti, e da Padre Giuseppe Oltolina, ospite della Residenza Medale.

il coro Aldeia

Una giornata intensa, ricca di incontri e di testimonianze, è stata quella che ha visto ieri la celebrazione presso gli Istituti Airoldi e Muzzi di Lecco della “Giornata del Malato”, promossa e organizzata in collaborazione con i volontari di Unitalsi e Avo.

In mattinata la Santa Messa, concelebrata da Don Raffaele Anfossi, cappellano dell'Ospedale Manzoni, da Padre Giuseppe Fossati, assistente spirituale dell'Unitalsi, da Don Gianni Grulli, cappellano degli Istituti, e da Padre Giuseppe Oltolina, ospite della Residenza Medale. La celebrazione, molto partecipata dagli ospiti, dai loro familiari e dai numerosi volontari, è stata resa ancor più solenne dall'accompagnamento del Coro Aldeia di Castello Brianza, diretto da Emanuela Milani.

Nel pomeriggio, presso la sala animazione, si sono succedute le testimonianze di Vittore De Carli, Presidente di UNITALSI Lombardia, e di Don Andrea Giorgetta, giovane sacerdote della Diocesi di Como, introdotte dalla vicepresidente degli Istituti, Rosaria Sala.

Vittore De Carli ha testimoniato come, attraverso la sua esperienza di malattia e i 47 giorni di coma, affrontati grazie alla fede e alla forza della preghiera, oggi si trovi ad avere uno sguardo diverso e più attento nei confronti degli ammalati e della malattia.

Don Andrea Giorgetta ha invece raccontato la gioia e la bellezza di poter vivere la sua vocazione, pur attraverso il limite della malattia.
L’incontro è stato seguito da un pubblico molto attento di volontari, da alcuni ospiti con i loro familiari e da un gruppo di ospiti della Casa di Riposo di Olginate, accompagnati dai volontari UNITALSI.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

3 Aprile 1896 esce il primo numero della Gazzetta dello Sport, nata dalla fusione de Il ciclista e La tripletta

Social

newTwitter newYouTube newFB