Lecco , 15 settembre 2021   |  

Cei, giornata nazionale a sostengo del clero diocesano

Detto a parole è già buona cosa. Un grazie però si nutre anche, soprattutto, di gesti concreti di generosità e attenzion

eucharist 1591663 640

La Cei lo ricorda con chiarezza in occasione della Giornata nazionale delle offerte per il sostentamento del clero diocesano in programma domenica 19 settembre e di cui si celebrerà l'edizione numero 33. L'appuntamento riguarda ben 26 mila parrocchie italiane che sono state sottoposte a un particolare impegno in considerazione del drammatico periodo della pandemia. "La giornata nazionale delle offerte - ricorda le Cei - è una domenica di sensibilizzazione che richiama l'attenzione sulla missione dei sacerdoti , sulla loro opera e sulle offerte che sono dedicate al loro sostentamento".

Offerte che sono quindi ricordate essere un ausilio prezioso alla missione pastorale del sacerdote. Che, ricorda Massimo Monzio Compagnoni, responsabile del servizio di promozione del sostegno economico alla Chiesa , è "un riferimento al nostro fianco che per svolgere il proprio compito ha bisogno di sostegno e supporto per vivere una vita decorosa, le offerte rappresentano il segno concreto dell'appartenenza a una stessa comunità".

La Cei non manca di evidenziare come il ruolo dei sacerdoti sia stato preziosissimo nel favorire il mantenimento dell'aggregazione in seno a una comunità anche attraverso la promozione di progetti anticrisi rivolti a famiglie, anziani e giovani in cerca di occupazione. "Nonostante siano state istituite nel 1984 - è poi spiegato nella nota per fornire un supplemento di chiarezza sul carattere della donazione - le offerte deducibili sono ancora poco comprese e utilizzate dai fedeli che ritengono sufficiente l'obolo domenicale, in molte parrocchie, però, questo non basta a garantire al parroco il necessario per il proprio fabbisogno, da qui l'importanza di uno strumento che permette a ogni persona di contribuire , secondo un principio di corresponsabilità , al sostentamento di tutti i sacerdoti diocesani e che rappresenta un segno di appartenenza e comunione".

E a rafforzare questo concetto della centralità delle offerte concorre anche il mutamento della denominazione atta a designarle, da "Insieme ai sacerdoti" a "Uniti nel dono". La Giornata nazionale è promossa in collaborazione con il quotidiano "Avvenire" e l'"Azione Cattolica". Intensa sarà anche la programmazione televisiva sul canale TV2000 dove sarà promossa il 27 settembre una maratona con la presenza di ospiti istituzionali e la proposizione di storie incentrate su alcune comunità parrocchiali.

Il sostegno qualifica la sua preziosità anche considerando il fatto che è rivolto a 33 sacerdoti diocesani che, ricorda la nota, "da oltre trent'anni non ricevono più uno stipendio dallo Stato". Ma nella considerazione rientrano anche, tra gli altri, i 300 sacerdoti diocesani che operano come missionari in realtà del terzo mondo e i 3000 sacerdoti anziani e malati la cui vita è stata dedicata all'assistenza al prossimo e al Vangelo. Il discorso può contare su un buon punto di partenza consistente nelle 109 mila offerte fatte nel corso del 2020. Un numero che, conclude la Cei, costituisce "un riconoscimento da parte dei fedeli al grande impegno profuso dai sacerdoti nel difficile anno della pandemia". (Cri.Com.)