Calolzio, 01 ottobre 2018   |  

Buona la prima per il basket Calolzio, battuto Vimercate

Il quintetto lecchese chiude 57 a 52 nella prima della nuova stagione C Silver.

basket calolzio 2018

Domenica 30 settembre alle 18 presso il palazzetto di Olginate, Carpe Diem Calolzio ha toccato la prima palla a spicchi della nuova stagione C Silver contro la Di.Po Vimercate. La squadra del Presidente Brini si presenta rinnovata nello staff tecnico con coach Mazzoleni alla guida, assistito da Cocco.

La compagine sul campo vede alcuni innesti che vanno a rinnovare il supporto al quintetto base con Bonacina nel comparto lunghi, in arrivo da Busnago e Zambelli da Morbegno in regia. Tra i nuovi inserimenti anche Garota e Ferrario il primo un giovane a cui dare fiducia ed il secondo pedina con esperienza. Confermati Meroni, Floreano, Rusconi, Butti, Porro ed i giovani Fontana e Cazzaniga . Completano il roster il giovane Pirovano Mattia e Galluccio delle giovanili Bluceleste.

Cronaca :
Carpe Diem schiera Zambelli, Meroni L, Rusconi, Floreano e Bonacina opposti per gli ospiti Viganò, Formenti, Tremolada, Urso e Gomma.
Inizio di match in sostanziale equilibrio con le squadre in fase di studio sino a poco prima del riposo breve quando i Lecchesi prendono un piccolo vantaggio con un canestro pesante di Zambelli, che aveva già aperto le danze da tre ad inizio match, portando i Lecchesi a chiudere il periodo sul più 5, 14/ 9.

Rientro dal primo intervallo corto con i Lecchesi che danno l’impressione di voler ulteriormente allungare con un canestro di Rusconi, per il massimo vantaggio di sette lunghezze 16/9. La Di.Po non si perde d’animo piazzando un mini break di 4 punti, viatico per il sorpasso che arriva dopo un canestro dalla lunga distanza per il 17 a 19 per gli ospiti che sfruttano il buon momento per portarsi sul 19 a 23 a 2 e quaranta dal termine. Momento di evidente difficoltà per i Lecchesi, costretti al time out per arginare la Di. po che diventa padrone del match chiudendo 21 a 29 prima dell’intervallo lungo.
Enginux deve trovare l’alchimia per rientrare in partita sfruttando la pausa per riordinare i tasselli.
Si ritorna sul parquet per il terzo quarto ancora sotto tono e con due palle perse i padroni di casa affondano di 10 punti sul 21 a 31. Gli ospiti non approfittano per trovare ulteriore vantaggio e dopo 4 minuti a referto ci sono solo due punti per parte.

Ripartono i canestri ma appannaggio della Di. po che piazza una tripla ed un canestro dal pitturato portando gli ospiti sul più 13 a 4 dal termine con il tabellone che indica 23 a 36. La partita è ancora lunga Enginux ci crede e
Meroni suona la carica piazzando un 5 a 0 per il 28/36. I Lecchesi alzano il ritmo, la fiducia aiuta e prima Ferrario da due, ancora Meroni da tre e Rusconi ancora da due annullano il grosso divario per il meno 2 a due minuti dalla fine del tempo.
Immediato time out Di. po ma Meroni in gran spolvero sigla il pareggio 37/37, per il finale di tempo 39/40.

Ultimo quarto con tutto da rifare per entrambe le compagini; Enginux tiene alto il ritmo ancora con Meroni per il sorpasso 42/40. Carpe Diem è un treno in corsa e piazza un break di quattro lunghezze per il più 5 46/41 con oltre 7 ancora da giocare. Ritmo elevato che trova i Lecchesi a loro agio sulla velocità che sfruttano qualche palla rubata per allungare di ulteriori 6 punti per il più 10 52/42. Sembra facile ma gli ospiti rispondono con un controbreak di 6 punti 52/48 a cui ribatte Meroni con una bomba per il 55/48 e time out Calolzio a poco più di due dal termine.

Scorre il tempo ed a 40 secondi dalla fine un piccolo sussulto con Di.Po che trova una tripla con fallo subito insaccando 4 punti, costringendo al time out Mazzoleni sul 55 52. Brividi che fanno ricordare la scorsa stagione ma una buona giocata in velocità porta Zambelli alla retina per il più 5 assicurando il referto rosa ai Lecchesi 57/52.

Match piacevole e ricco di emozioni con diversi ribaltamenti di fronte che hanno assicurato agli spettatori presenti suspance e divertimento con la soddisfazione finale intascata dai tifosi lecchesi ed al Presidente Brini.

ENGINUX CALOLZIO :
Butti 4 Zambelli 14 Meroni 16 Pirovano, Cazzaniga, Ferrario 6 Fontana 3 Rusconi 6 Garota, Porro 2 Floreano 2 Bonacina 4
All. Mazzoleni Ass. Cocco

Di. Po Vimercate :
Carzaniga M 3 Viganò 12 Carzaniga T 5
Formenti 7 Sala, Colombo, Conca 3 Tremolada 7 Urso, Monguzzi 4 Gabaldi 2 Gomma 8
All. Tassi Ass. Moschini

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newTwitter newYouTube newFB