Lecco, 22 novembre 2016   |  

Ancora un omaggio a Lecco nel calendario 2017 di Giuseppe Villa

di Rosa Valsecchi

Presentato “L’amo 2.0”, un inno alla lecchesità nella sua accezione più intima e familiare

CALENDARIO 2017 BEPPE VILLA 4

Il filo rosso che alla presentazione univa tutti i mesi dell’anno all’interno dell’originalissimo allestimento è lo stesso che lega idealmente il calendario 2016 a quello del 2017. Il creativo lecchese Giuseppe Villa ha presentato in questi giorni “L’amo 2.0”, la sua ultima fatica (realizzata in 240 copie) che accompagnerà i prossimi 12 mesi di tanti lecchesi. Ancora una volta il tema scelto e sviluppato per il nuovo calendario è quello del territorio e della tradizione, declinato in questo caso nella sua accezione più intima e familiare: la casa. Il progetto di L’amo 2.0 è infatti collegato ad un altro progetto ideato sempre da Beppe Villa, ossia #casecare, attraverso il quale nei mesi scorsi ha raccolto tantissimi scatti di angoli di case lecchesi. «Queste foto sono quelle che si trovano sulla copertina di ogni calendario, copertine tutte diverse – spiega Giuseppe Villa –. L’idea è quella di poter ospitare in casa propria il luogo del cuore di qualcun altro, creando così un legame virtuale che potrebbe poi trasformarsi in un legame reale». L’invito rivolto a tutti quelli che hanno già acquistato “L’amo 2.0” è infatti quello di fotografare la propria copertina e postarla sulla pagina facebook “Officina Giuseppe Villa” rintracciando così l’autore della foto.

La tradizione resta però il cuore pulsante del progetto. Oltre ai luoghi del cuore che vengono riportati in copertina, all’interno del calendario grande spazio hanno come sempre le foto storiche, testimoni ingiallite della Lecco che fu, in qualche caso sorprendentemente vicina alla città di oggi. Dall’immagine dell’inondazione del 1901, passando attraverso la gloriosa Calcio Lecco degli anni ’60, senza tralasciare ovviamente la cultura industriale lecchese, provata dalla crisi degli ultimi anni ma ancora in grado di esprimere punte di vera eccellenza. Insomma una solida base su cui poggiare un presente incerto e spesso difficile da decifrare, ma anche ricco di sfide e stimoli nuovi. Una dualità ben rappresentata dall’immagine scelta per il mese di agosto: la stalla (vuota) dell’azienda agricola le Forbesette di Morterone, gestita da due giovani che hanno deciso di costruire il loro futuro puntando tutto su un antico lavoro e sulla tradizione, oggi forse più che mai la strada giusta per riuscire a costruire la propria solida casa.

Tutte le informazioni su “L’amo 2.0” sono disponibili sul sito www.officinagiuseppevilla.com

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Settembre 324 Costantino I sconfigge definitivamente Licinio nella battaglia di Crisopoli, diventando l'unico imperatore dell'Impero romano.

Social

newTwitter newYouTube newFB