Olginate, 08 giugno 2018   |  

Allarme pesce siluro: a Olginate pescato esemplare da 42kg

Le ultime catture confermano la smisurata proliferazione di questi predatori.

shutterstock 128909483

Foto di repertorio

L’Associazione provinciale di Lecco della FIPSAS intende rivolgere un appello al Presidente Fontana e all’Assessore Rolfi per l’approvazione, di un piano di contenimento del pesce siluro nel Lario e nell’Adda Sub Lacuale. Le acque del Lario e dell’Adda sono ormai invase da grossi pesci siluro e la fauna ittica autoctona è in grave difficoltà.

Le ultime catture effettuate sull’Adda ad Airuno e proprio ieri sera nel territorio di Olginate, di un esemplare di ben 42 kilogrammi confermano la smisurata proliferazione di questi predatori.

Nelle zone di Canonica D’Adda (BG) e Cassano D’Adda (MI), gli esemplari di notevoli dimensioni di pesce siluro stanno eliminando le pregiate trote Marmorate – il danno ambientale ittico è enorme. Anche nel Lago di Oggiono la presenza di pesci siluro sta creando un danno alla fauna ittica.

Le sedi provinciali della Fipsas di Lecco, Bergamo e Milano hanno presentato un progetto di contenimento congiunto del pesce siluro, tuttavia non è pervenuta ancora alcuna autorizzazione.

Viene dunque rivolto un appello al Presidente Attilio Fontana e all’Assessore Fabio Rolfi per una risposta concreta a questo enorme problema.

Il Presidente Stefano Simonetti ha dichiarato: “Ho incontrato l’Assessore Fabio Rolfi lunedì 4 giugno u.s. e lo ringrazio per le rassicurazioni sui tanti temi legati al mondo della pesca sportiva. Le sezioni Provinciali di Lecco, Bergamo e Milano della FIPSAS sono pronte ad attivare un serio contenimento di questo alloctono, le autorizzazioni, rilasciate dalla Regione Lombardia alla Fipsas Lecco, sono scadute il 31 dicembre 2017, la Fauna autoctona del Lario e dell’Adda sono in difficoltà, ora servono le autorizzazioni regionali per un adeguato contenimento di questo predatore con ogni mezzo. La cattura di questo esemplare di 42 kilogrammi è fonte di preoccupazione per la sorte della fauna ittica autoctona”.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Ottobre 202 a.C. battaglia di Zama. Scipione l'Africano sconfigge Annibale, assicurando la vittoria alla Repubblica romana

Social

newTwitter newYouTube newFB