Lecco, 13 giugno 2022   |  

Aiuti Unione Europea la proroga è in dirittura

di a cura dello studio Qualitas Commercialisti Associati

Proroga dell'autodichiarazione degli aiuti Ue. In valutazione la data del rinvio, l'orientamento è quello di spostare l'adempimento o al 30 agosto o al 15 settembre e troverà spazio nel decreto legge sulle semplificazioni in corso di preparazione.

aiuti

Proroga dell'autodichiarazione degli aiuti Ue. In valutazione la data del rinvio, l'orientamento è quello di spostare l'adempimento o al 30 agosto o al 15 settembre e troverà spazio nel decreto legge sulle semplificazioni in corso di preparazione. Nel provvedimento troveranno spazio disposizioni di semplificazioni di adempimenti e la norma che trasformerà la lotteria degli scontrini in istantanea.

Il decreto doveva essere esaminato già questa settimana ma per l'ampiezza degli argomenti e i ministeri coinvolti per il completamento delle disposizioni l'esame di Mario Draghi, presidente del consiglio, è stato rinviato alla settimana prossima. Un nuovo ingresso nelle disposizioni è rappresentato dallo slittamento dei termini del nuovo adempimento l'autodichiarazione Ue in scadenza il prossimo 30 giugno.

Il pressing dei professionisti, delle imprese e degli intermediari finanziaria è stato valutato dai tecnici del ministero dell'economia e si è trovato il modo di concedere più tempo per il completamento dell'adempimento. Si tratta di inserire in un modello pubblicato dall'Agenzia delle entrate il 9 maggio 2022 l'indicazione di tutti gli aiuti ricevuti dalle imprese e dai professionisti durante la pandemia, aiuti adottati dall'Italia con il via libera della commissione Ue.

Il flusso dei dati serve a Bruxelles per il monitoraggio delle erogazioni e verificare eventuali sforamenti, riassegnazione di risorse e incremento delle somme effettivamente utilizzabili.

L'adempimento ha creato non pochi malumori tra i professionisti per l'intrecciarsi con le scadenze dichiarative e di versamento del mese di giugno e per la duplicazione a detta di alcuni delle informazioni richieste nell'autodichiarazione con quelle presenti nei quadri Rs di Unico.

Il ministero, rispondendo in commissione finanze alla camera, per ben due volte aveva negato la proroga per un problema di allineamento con la scadenza Ue fissata al 31 dicembre.

Ora si è trovata la soluzione in un tempo supplementare che consentirà un po' di giorni in più e darà alla amministrazione tempo sufficiente per riorganizzare il flusso dei dati e inviarlo a Bruxelles.

Nel decreto semplificazioni troveranno spazio anche disposizioni in tema di scommesse e di lotteria degli scontrini. Si prorogheranno fino ad agosto 2024 le concessioni in materia di scommesse su rete fisica (come Vlt e slot) che scadono il prossimo 29 giugno, e che non possono avere una proroga tecnica perché non c'è alcun bando di gara già pubblicato per l'assegnazione delle nuove concessioni (condizione per la proroga tecnica).

Il costo della proroga per ogni agenzia, calcola Agipronews, sarebbe pari a 7.500 euro (4.500 per i corner), con un incasso erariale stimato di circa 65 milioni di euro all'anno. Mentre, superate le ultime valutazioni, troverà spazio, nel provvedimento, anche il restyling della lotteria degli scontrini. L'estrazione diventerà istantanea e si potrà verificare con un Qr code.

Per partecipare all'estrazione si dovranno associare all'acquisto effettuato con metodi di pagamento elettronico di cui è titolare chi fa l'acquisto il codice lotteria. Quest'ultimo sarà individuato con un provvedimento di Agenzia delle dogane d'intesa con l'Agenzia delle entrate. Il codice associato sarà un codice generato randomicamente e sarà associato al codice fiscale del contribuente/giocatore finale.

La nuova formulazione vorrà rendere più esplicito e puntuale il vincolo legale che impone l'obbligatoria sovrapposizione tra il codice fiscale utilizzato per generare il codice lotteria e il codice fiscale associato al titolare dello strumento di pagamento elettronico o dei fondi detenuti sui rapporti di credito o debito bancari o postali utilizzati per l'acquisto.

Infine nel decreto semplificazioni arriveranno una serie di revisioni di scadenze di adempimenti fiscali. Intanto, alcune associazioni di commercialisti (Aidc, Anc, Sic, Unagraco, Ungdcec) hanno presentato ricorso al Tar Lazio contro l'Agenzia delle entrate per l'annullamento del provvedimento con il quale è stato approvato il modello.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Agosto 1924 il cadavere di Giacomo Matteotti, rapito e ucciso da squadristi fascisti nel giugno dello stesso anno, viene ritrovato in un bosco a Riano (Roma)

Social

newTwitter newYouTube newFB