Lecco, 13 maggio 2020   |  

Agesc: oltre 20mila firme per la campagna "Io ci sto"

"La campagna continua, abbiamo interessato subito il Presidente del Consiglio".

jessica locatelli micon

Il Presidente dell'Associazione Genitori Scuole Cattoliche della Provincia di Lecco Jessica Locatelli, fa il punto sulla campagna "Io ci sto" a sostegno delle scuole paritarie, in questa difficile fase.

Nei primi tre mesi di emergenza che stiamo vivendo le famiglie italiane - con il loro significato intrinseco di valore educazionale - hanno costituito la spina dorsale della resistenza svolgendo, come presumibilmente dovranno fare anche nell’immediato futuro, la funzione di ammortizzatore sociale senza però trovare adeguata valorizzazione nella narrazione mediatica.

Nell'occorrenza specifica del campo scolastico si chiede loro anche di esercitare un ruolo di supplenza nell'esercizio del servizio dell’educazione senza poter esprimere un contributo critico; ciò ha favorito nei genitori che si riconoscono nell'Agesc (Associazione Genitori Scuole Cattoliche) una nuova presa di coscienza della portata del proprio inalienabile diritto di essere protagonisti della responsabilità educativa e della scelta degli strumenti con cui esprimerla, fra cui – come principale - la scuola.

Le capacità di mobilitazione e coinvolgimento cresciute forzatamente attraverso i Social in un processo alimentato dallo scambio delle esperienze e dalla necessità di prendere posizione per la salvaguardia e la promozione di un bene comune minacciato dalla poca attenzione dello Stato forse più che dall'emergenza sanitaria, ha portato alla nascita della campagna “IO CI STO!”, appello con cui si è voluto richiamare a tutti che almeno nella presente circostanza si possono attuare gli interventi necessari per sostenere il pluralismo scolastico occupandosi seriamente del patrimonio delle scuole paritarie.

Con il realismo che richiede la situazione e considerando entrambi i lati del problema attuale - impoverimento degli utenti e sostenibilità dell'impresa - l'appello IO CI STO si esplica su tre richieste
1 - la detraibilità delle rette pagate dalle famiglie per la frequenza scolastica e i servizi educativi nelle scuole paritarie nel corso del 2020
2 – l’istituzione di un fondo straordinario adeguatamente finanziato per l’erogazione di contributi aggiuntivi alle scuole paritarie per l’anno scolastico 2019/2020, a tutela dei propri dipendenti e del servizio svolto alle famiglie in aggiunta ai 500 milioni già insufficienti
3 - l'esenzione dai tributi nazionali e locali a carico delle realtà educative e scolastiche non profit.

Mentre la campagna continua, abbiamo interessato subito il Presidente del Consiglio inviandogli l'appello poichè nei primi 15 giorni hanno aderito più di 20.000 firmatari; dalla Lombardia infatti l'adesione si è velocemente diffusa in tutto il Paese, a segnalare di aver rappresentato un bisogno autentico.
I genitori ci sono. IO CI STO!

Ritrovaci su Facebook

Social

newTwitter newYouTube newFB