Esino Lario, 27 giugno 2016   |  

Wikimania chiude a Esino Lario: premi agli studenti lecchesi

di Maria Francesca Magni

Consegnati i riconoscimenti per il concorso indetto da Wikipedia 'Adotta un Comune' rivolto alle scuole superiori. Hanno partecipato 15 scuole con circa 2mila studenti.

studenti lecco wiki004 600 x 450

Alle ore 16 di domenica 26 Giugno 2016, sul piazzale 'Pietro Pensa' del Municipio di Esino Lario il Sindaco Pietro Pensa, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il Presidente della Provincia di Lecco Flavio Polano, l'Onorevole Veronica Tentori con la maglia azzurra dei volontari, l'ideatore di Wikipedia Jims Wales e altre Autorità locali hanno chiuso l'evento Wikimania 2016 in Esino, passando il testimone alla città di Montréal in Canada.

Durante la manifestazione sono stati premiati gli studenti del concorso indetto da Wikipedia 'Adotta un Comune' rivolto alle scuole superiori. Hanno partecipato 15 scuole con circa 2mila studenti.

Premiate Camilla Bladucci del Liceo Manzoni per il meritevole lavoro sul planetario della città di Lecco e Salvadore Elena come voce migliorata per l'approfondimento sul Comune di Introbio.

Premiati anche gli studenti dell'Istituto Badoni: Marco Rocchi, come voce nuova per la minuziosa ricerca sulla storia delle caratteristiche delle innovazioni applicate sull'autodromo di Monza.

Quale è stata l'innovazione per te più significativa?
“Il guard rail. Venne applicato per la prima volta in Europa proprio sull'anello di gara monzese, in seguito venne installato, per ragioni di sicurezza, su tutte le strade”.

Mirko Torrente per aver evidenziato la storia e gli elementi caratteristici delle 5 chiese di Eupilio: San Giorgio, San Vincenzo, San Martino, San Lorenzo, San Cristoforo.

Infine Dell'Oro Riccardo, Fauzi Fatima, Valsecchi Paola e Tallarico Igor come voce migliorata per un lavoro di gruppo sul rifacimento della pagina di Calco ampliato sulle fonti storiche.

La prof.ssa Chiara Giambagli precisa: “il progetto è stato realizzato interamente durante le ore curricolari di Disegno e Progettazione, è stata un'occasione per gli studenti per imparare un nuovo linguaggio di programmazione”.

Intanto, da un occhietto di cielo azzurro pizzicato da un nuvolone grigio, è sgorgata qualche lacrima di pioggia che ha rinfrescato i nasi della moltitudine di gente presente.

In quella frazione di secondo, Roberto Maroni alle mie spalle scherza: “scriva Viva Milan, mi raccomando!” lasciando i ragazzi favorevolmente stupiti per la simpatia a loro dimostrata.

Jims Wales ha parlato in inglese, ma tutti hanno percepito, dal fervore del suo tono di voce, pervenire un caloroso grazie a tutti gli abitanti di Esino per l'ospitalità e l'umanità che hanno reso unica e speciale la riunione di Wikimania 2016. Infine si è complimentato per le bellezze naturali dei nostri monti e del nostro lago.

“Viva Esino!” ha invocato il Sindaco dopo aver pronunciato i ringraziamenti di rito.

E' intervenuto Daniele Nava per ringraziare i volontari che hanno consentito un'organizzazione perfetta per la riuscita dell'evento.

Flavio Polano ha sostenuto che Esino, attraverso la passione e la tenacia che accomuna i suoi abitanti, ha potuto realizzare un grande evento mondiale.

Veronica Tentori ha ringraziato Jolanda Pensa, la capofila del progetto, e la comunità di Esino che ha colto la sfida e ha vinto. “Questa manifestazione ci ha insegnato a condividere qualcosa con il mondo: la bellezza di un'idea che diventa realtà con l'appoggio di tutti. E' il riscatto della gente di montagna, il riscatto di una piccola realtà che ha dimostrato di possedere forza e capacità di sostenere un impegno che ha coinvolto il pianeta. Prometto che farò tutto quanto mi sarà possibile per portare l'Italia su Wikipedia”.

Roberto Maroni conclude: “Wikimania 2016 a Esino Lario deve essere ricordata come una pagina di storia di successo dei nostri territori, dei nostri amministratori, dei nostri volontari. E' stato creato un modello organizzativo senza guardare all'appartenenza politica, ma incentrato sul bene di tutti. Ritengo che la chiusura dell'evento sia una partenza per incominciare a materializzare le idee con la logica della partecipazione . Esino Lario in futuro dovrà essere sempre un punto di riferimento del nuovo sapere e delle nuove tecnologie. E' necessario creare tavole rotonde...”.

Infine tutte le Autorità si spostano sul loggiato della piazza per inaugurare una targa in onore di Wikimania 2016 realizzata dallo scultore esinese Enrico Nasazzi.

“...ma è chiamato 'comela' in Paese” mi sussurra furtivamente un ragazzo ”non lo scriva però”.

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Luglio 1866  vittoria italiana nella battaglia di Pieve di Ledro durante la Terza guerra di indipendenza italiana

Social

newTwitter newYouTube newFB