Valmadrera, 11 dicembre 2013   |  

Silea risponde a Legambiente: emissioni di molto sotto i limiti di legge

di Stefano Scaccabarozzi

L'amministratore unico della società pubblica che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti sottolinea come con il teleriscaldamento l'efficienza energetica dell'impianto crescerà del 40 per cento.

Peverelli-Colombo-Silea.jpg

Marco Peverelli e Mauro Colombo di Silea

«Vogliamo rassicurare i cittadini: Silea non è una bomba pronta ad esplodere, ma è un impianto che funziona bene, una risorsa per la provincia di Lecco che ci permette di non dipendere da altri territori e di avere un servizio efficiente per la gestione integrata dei rifiuti»: così Vittorio Campione, vice sindaco di Lecco e presidente del comitato ristretto di Silea, fotografa l'azienda pubblica lecchese che si occupa dei rifiuti, difendendola dalla polemiche nate nelle scorse settimane da un dossier di Legambiente in cui il termovalorizzatore di Valmadrera veniva posizionato tra gli ultimi in Lombardia per emissioni di ossidi di azoto e per efficienza energetica.

 

«Le emissioni del nostro termovalorizzatore – spiega l'amministratore unico di Silea, Mauro Colombo – sono tutte ampiamente sotto i limiti di legge e nella stragrande maggioranza dei casi sono addirittura minori del 90% di quanto prescritto. Per quanto riguarda gli ossidi di azoto emettiamo solo il 60% di quanto previsto dalla legge». In merito invece all'efficienza energetica i tecnici di Silea sottolineano come negli ultimi 3 anni essa sia cresciuta del 20 per cento e con il progetto del teleriscaldamento si avrà un ulteriore aumento del 40 per cento. Da statuto Silea investe il 70% degli utili in miglioramenti degli impianti aziendali.

 

Sempre a riguardo del tema ambientale, Silea sottolinea come siano state messe in campo politiche che favoriscono la raccolta differenziata: costi maggiorati a carico dei comuni per l'immondizia non differenziata, riduzioni per l'umido e il sacco viola; campagne informative; raccolte porta a porta e distribuzione di materiale gratuito.

 

«Quando Silea è partita nel 1995– spiega il direttore generale Marco Peverelli – la differenziata in provincia di Lecco era al 20 per cento, poi con l'introduzione del sacco viola nel 1996, dell'umido nel 1998, del sacco trasparente nel 2000, del tetrapack nel 2008 e del servizio porta a porta, abbiamo superato la soglia del 60 per cento».

 

Leggi anche:
- Silea: prende corpo il progetto del teleriscaldamento, primi allacciamenti nel 2018
- Silea: l'esercizio 2013 chiude con un attivo di 680mila euro
- Rossi risponde sull'inceneritore di Valmadrera: emissioni basse e riciclati due terzi dei rifiuti
- Mauro Colombo nominato amministratore unico di Silea

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Agosto 1807 viene inaugurata l'Arena Civica di Milano

Social

newTwitter newYouTube newFB