Lecco, 25 luglio 2015   |  

Runvinata: sabato 12 Settembre al via la terza edizione

Sono previsti tre diversi percorsi sui bellissimi sentieri che toccheranno le località Neguggio, Campo de Boi e Magnodeno.

runvinata 2015 1

Carlo Ratti

Torna con  la terza edizione la Runvinata, gara di corsa in montagna non competitiva aperta a tutti, inserita negli eventi per i festeggiamenti del Santuario della Madonna della Rovinata e delle relative Feste Patronali di Germanedo Belledo e Caleotto. Confermata la data del 12 Settembre, mentre l'obiettivo è quello dei mille partecipanti.

Sono previsti tre diversi percorsi sui bellissimi sentieri, purtroppo sconosciuti ai più, che partono dalle ultime case dei rioni lecchesi per arrivare fino ai 1241mt del Magnodeno, sotto l'imponente bastionata del Resegone:

  • PERCORSO VERDE (4,7 km – 300m D+ con GPM: Località Neguggio).

  • PERCORSO GIALLO (7,5 Km – 570m D+ con GPM: Campo de Boi).

  • PERCORSO ROSSO (13,5 Km – 1140m D+ con GPM: Vetta del Monte Magnodeno).

Proprio la valorizzazione ed il recupero dei sentieri dimenticati è uno degli obiettivi che si sono posti gli organizzatori: anche quest’anno grazie ai volontari ed alla collaborazione del locale gruppo di cacciatori “Baita del Lenzone” sono partite le operazioni di taglio erba ed arbusti per pulire l’ormai famoso e temuto Muro del Pianto, la discesa dei Grassi, i sentieri di rientro a Campo de Boi e Neguggio dove numerose piante erano cadute durante l’inverno ed il sentiero dimenticato che da Belledo sale a Neguggio.

Un lavoro silenzioso svolto nell’ombra, ma fondamentale per il mantenimento dei percorsi storici. Il lavoro di tracciatura integrale del percorso, confermato identico rispetto agli scorsi anni, sarà svolto invece nei primi due week-end di settembre per non correre il rischio di disperdere troppo materiale segnaletico in natura.

L’altro obiettivo dichiarato degli organizzatori è quello della sicurezza e dell’assoluto “comfort” di tutti i partecipanti per far sì che la giornata sia vissuta e ricordata come una grande festa senza il benché minimo strascico di lamentele o insoddisfazioni.

Rispetto all’anno scorso e grazie alle indicazioni raccolte, sono numerose le migliorie previste: allestimento di un ulteriore punto di ristoro a metà salita del Magnodeno; miglioramento della composizione dei ristori e del buffet finale; potenziamento del servizio di cronometraggio con la novità dei chip; aumento del numero di pacchi gara disponibili; potenziamento del numero di volontari dislocati sul percorso ed infine, anche grazie alle nuove indicazioni della legge regionale AREU sugli eventi pubblici, è stata prevista una massiccia presenza di sanitari con personale della CRI Lecco e di tecnici del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

Nel frattempo proseguono senza sosta i preparativi: ricerca di sponsor, ricerca di volontari, composizione del pacco gara con esclusive magliette, organizzazione delle zone di partenza ed arrivo con la logistica necessaria al pasta party gratuito finale e, sempre scongiurando i dovuti santi, anche il piano B in caso di forte maltempo è pronto.

Carlo Ratti, vincitore maschile delle prime due edizioni, conferma: “La Runvinata è una skyrace particolare perché l’ingegnoso intreccio dei percorsi permette ai runner della gara lunga di giungere negli ultimi 500 metri prima del traguardo pressoché in contemporanea con gli atleti dei percorsi verdi e giallo. L’anno scorso ho fatto gli ultimi metri di gara con mio figlio e come me tantissimi altri corridori giunti dalle province di lLecco Como Sondrio e Bergamo: una emozione unica e decisamente rara: bellissimo!”.

Le iscrizioni on-line sono aperte già da due settimane con numerosi iscritti ai tre percorsi; per tutte le informazioni, dettagli del programma ed ultime news vedere il sito www.runvinata.it/ e la pagina Facebook: www.facebook.com/Runvinata.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Dicembre 1941 seconda guerra mondiale: i giapponesi attaccano la base navale statunitense di Pearl Harbor. L'episodio segna l'ingresso ufficiale degli USA nel conflitto

Social

newTwitter newYouTube newFB