Milano, 17 settembre 2013   |  

Prezzo della benzina come in Svizzera per 244 comuni lombardi: sconti da 27 a 35 centesimi

Presentata quest'oggi dall'assessore Garavaglia l'iniziativa di Regione Lombardia, valida fino a fine 2013, per contrastare il fenomeno del pendolarismo per fare il pieno.

scioperobenzina1719luglioconlestatetornailcarocarburanti23765

Da questa mattina più di un milione di cittadini lombardi, residenti nei 244 di Comuni di confine, possono fare il pieno di benzina con uno sconto fino a 35 centesimi al litro. La carta sconto, attiva già da questa mattina alle sette, permette di raggiungere due obiettivi immediati e concreti: alleviare il costo del pieno per oltre un decimo dei cittadini lombardi e trattenere qui in Lombardia più di 4 milioni e mezzo di euro, che altrimenti sarebbero tornati nelle casse dello Stato.

A beneficiare della carta sconto saranno 530.000 cittadini residenti nei Comuni di fascia A (entro 10 chilometri dal confine), che vedranno raddoppiare il loro sconto da 0,18 a 0,35 centesimo al litro, e 490.000 cittadini residenti nei Comuni di fascia B (entro 20 chilometri dal confine), per i quali lo sconto verrà più che raddoppiato, passando dagli attuali 0,10 centesimi a 0,27 centesimi a litro.

Il provvedimento i cittadini residenti in 244 comuni delle province di Como, Varese e Sondrio. La misura tocca comuni relativamente vicini a Lecco come Erba, Merone, Inverigo, Cantù e Albavilla.

"Così limitiamo il fenomeno del pendolarismo per la benzina - spiega l'assessore regionale Massimo Garavaglia - e salvaguardiamo il lavoro di 292 stazioni di carburante situate nelle aree di confine. Adesso l'obiettivo è quello di reiterare la misura anche per il 2014, possibilmente estendendo la fascia geografica dei Comuni interessati a questo beneficio. Ci attiveremo subito con il Governo, per avere le risorse necessarie. Desidero ringraziare anche Lombardia Informatica, per la tempestività e l'efficienza con cui è intervenuta sulle Carte regionali dei servizi, rendendole operative già da questa mattina".

"Attraverso la carta sconto - continua Garavaglia - usufruiamo del plafond di 20 milioni messi a disposizione dallo Stato fino a esaurimento, evitando il rischio di doverne restituire a Roma una quota sostanziosa, come accadeva ogni anno, così 4 milioni e mezzo restano qui e non vanno perduti".

Questa la lista completa dei comuni che ne beneficeranno: http://www.crs.lombardia.it/ds/ccurl/999/3/Elenco_Comuni_Carta_Sconto_Benzina.pdf

Ritrovaci su Facebook

Social

newTwitter newYouTube newFB