Lecco, 12 ottobre 2014   |  

Lecco, i suoi giovani e il nuovo sogno americano

di Stefano Scaccabarozzi

Nel giorno del 522esimo anniversario dell'arrivo di Cristoforo Colombo nel nuovo mondo, sei storie di nostri concittadini emigrati in cerca di un futuro migliore.

Columbus Day Events 1

Le valige di cartone dei nostri nonni partiti in nave per cercare fortuna nelle Americhe, hanno ormai lasciato il posto a comodi trolley. La Nina, la Pinta e la Santa Maria con cui Cristoforo Colombo sbarcò nel nuovo mondo il 12 Ottobre 1492 sono lontane parenti dei moderni boeing che compiono in poche ore la traversata transoceanica. Lo spirito però è sempre lo stesso. Il sogno di una vita migliore, la ricerca di prospettive future che questa Italia funestata dalla crisi economica non sembra essere più in grado di dare.

Nel giorno in cui in molti paesi americani si festeggia il Columbus Day, 522esimo anniversario dello sbarco delle tre caravelle nel nuovo mondo, vogliamo raccontare sei storie di lecchesi emigrati in America. Mara e Valentina, Francesca e Chiara e Francesco e Sabrina. Sei giovani con il coraggio di prendere e partire, attraversare l'oceano e inseguire i propri sogni.

Mara Gilardi e Valentina Riva

Ricercatrice in campo oncologico presso l’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, Mara Gilardi, classe 1987 di Valgreghentino ha vinto una borsa di studio presso il MIT (Massachusetts Institute of Technology).  In questa esperienza Mara lavora nella struttura più avanzata al mondo per la realizzazione di modelli in vitro finalizzati alla comprensione dei meccanismi tumorali. In questo modo potrà avvicinarsi al suo sogno di diventare una studiosa eccellente nell’ambito della lotta contro i tumori.

Valentina Riva di Galbiate, 30 anni, si occupa di ricerca nel settore psicologico presso l’IRCSS Medea di Bosisio Parini. Con una laurea in psicologia clinica e un dottorato di ricerca internazionale in psicopatologia dello sviluppo è mpegnata nell’indagine dei fattori di rischio genetici ed ambientali alla base dei disturbi del linguaggio in diverse fasi dello sviluppo infantile. Valentina in questi mesi sta svolgendo uno stage di ricerca presso il Centre de Recherche de l’Istitut Universitaire en Santé Mentale de Quebéc, in Canada.

La fotografa Chiara Tanzi

Da Milano a Firenze, da Londra al Giappone, passando per la Polonia, sono molte le esposizioni in cui gli scatti di Chiara Tanzi, fotografa 25enne di Lecco, hanno trovato spazio. In questo 2014 per le sue fotografie si sono aperte anche le porte di New York, presso il “See | Exhibition Space” di Long Island. Per Chiara un diploma al liceo artistico Medardo Rosso di Lecco, una laurea in Fotografia alla Nuova Accademia di Belle Arti di Brescia, un lavoro come fotografa-in-tour in Italia e in Inghilterra al seguito di tre band americane e ora anche un master in fotogiornalismo presso l’università svedese di Sundsvall.

Francesca Mammoliti invece la scorsa estate ha passato la stagione estiva a Seattle a imparare i segreti del calcio a stelle e strisce. Insieme ad altre 18 ragazze italiane ha vestito la maglia dell’AC Seattle Ph America all’interno della Wspl, la seconda serie del calcio femminile negli Usa dopo il campionato professionistico. Una laurea in scienze motorie all’Università di Milano e una passione, quella per il calcio, che da Valmadrera l’ha portata davvero lontano.

Francesco Molteni al lavoro

E poi c'è Francesco Molteni, 26enne giramondo, che è partito da Cantù (CO) e dalle gite con il nonno in terra lecchese al Pizzo dei Tre Signori per coltivare in America il sogno della regia. È proprio un corso in documentary filimaking, infatti, che lo porta a New York dopo la Laurea in Filosofia Politica ottenuta a Firenze, prima esperienza lontano da casa. Nella Grande Mela la sensazione di essere un puntino in un quadro di mille colori, ma anche tanti incontri formativi che confluiscono nel documentario autoprodotto in Tanzania con le Black Panthers come soggetto.

E infine Sabrina Paganoni, 39 anni, neurologa e ricercatrice al Massachusetts General Hospital di Boston, attiva nel campo della ricerca contro la Sla (Sclerosi laterale amiotrofica). Laureatasi in medicina a Milano si è poi trasferita negli Usa, prima a Chicago e poi alla prestigiosa università di Harvard a Boston, dovendo sostenere un nuovo esame di stato per esercitare la professione. Sabrina, figlia del medico lecchese Giancarlo, è sposata con Michele Brocca e mamma di quattro figli, da 14 anni lavora in America.

Il futuro del nostro Paese passa anche e soprattutto attraverso la capacità di dare la possibilità a giovani come loro di rimanere invece che partire. Buon Colombus day.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Dicembre 1941 seconda guerra mondiale: i giapponesi attaccano la base navale statunitense di Pearl Harbor. L'episodio segna l'ingresso ufficiale degli USA nel conflitto

Social

newTwitter newYouTube newFB