Lecco, 23 ottobre 2014   |  

"La fiction Rai Una grande famiglia 3 vetrina turistica per Lecco"

In un incontro tra produzione e Comune sono state affrontate le possibilità offerte dal cinema e dalla televisione per sviluppare l'indotto turistico ed economico del nostro territorio.

soniabergamascoSM

Una scena girata in città con l'attrice Sonia Bergamasco

Sta per concludersi la terza settimana di riprese della fiction “Una grande famiglia 3”, nel corso della quale la troupe ha continuato le sue peregrinazioni sul territorio lecchese. Dopo alcune scene girate al Moregallo sabato scorso, lunedì è stata una giornata di grande movimento nelle vie e nelle piazze del centro, con l’atteso arrivo di Alessandro Gassman e Isabella Ferrari. Nel pomeriggio le riprese sono continuate sotto i portici, con il bel Leonardo (Cesare Bocci) trascinato nella gioielleria di piazza Cermenati da una sfolgorante Sonia Bergamasco. Una vivace scazzottata ha animato il set del martedì, alle Caviate, con Giorgio Marchesi, Primo Reggiani e Alice Torriani, mentre mercoledì i “cinematografari” della Cross Production si sono spostati in Brianza, nella location che rappresenta l’azienda della famiglia Rengoni. Ma giovedì erano già di ritorno sul lago nei pressi dell’Orsa.

Da sottolineare l’incontro svoltosi nei giorni scorsi al Comune di Lecco tra l’assessore allo Sviluppo economico Armando Volontè e una delegazione composta da Alberto Contri, presidente della Lombardia Film Commission, Rosario Rinaldo, amministratore delegato della Cross Production, Paolo Cagnotto ed Egidio Magni della Lecco Film Commission.

Oltre ai ringraziamenti rivolti al Comune di Lecco e alla Polizia locale per la collaborazione e la disponibilità che quotidianamente viene dimostrata per facilitare il lavoro della troupe, sono state affrontate le possibilità offerte dal cinema e dalla televisione per sviluppare l'indotto turistico ed economico del nostro territorio, così come è avvenuto per altre zone d’Italia che sono balzate alla ribalta dopo essere apparse in film e fiction televisive, basti pensare alle località siciliane rese celebri dal Commissario Montalbano.

Annunciando che Lecco è disponibile ad ospitare e favorire un'eventuale quarta edizione della Grande famiglia, l’assessore Volontè ha sottolineato come la scelta della nostra città come set da parte di RAI 1 rappresenta uno straordinario spot a costo zero che l’anno prossimo porterà il nostro lago e le nostre montagne in prima serata nelle case di tutta Italia. “Le ricadute positive di un radicamento dell’industria cinematografica sul territorio - ha commentato Volontè - sono un volano importante non solo per il turismo, ma per tutto l’indotto economico. Per gli alberghi e i ristoranti che ospitano tecnici e maestranze, ma anche per le attività artigiane e commerciali che vengono coinvolte ogni giorno per la fornitura di materiali per la scena. Abbiamo registrato effetti positivi persino sul mondo della scuola: alcuni ragazzi lecchesi hanno infatti potuto sfruttare preziose occasioni per lavorare sul set come stagisti. Sotto molti punti di vista, rendere appetibile Lecco per il cinema e la televisione è sicuramente un investimento produttivo”.

L’incontro si è concluso con l’impegno a delineare in tempi brevi un percorso condiviso tra Comune di Lecco e Lombardia Film Commission, individuando una serie di attività che promuovano con maggior forza il territorio lecchese nei confronti delle produzioni cine-tv. A tal proposito, l’assessore Volontè non ha escluso di poter destinare nel 2015, in modo proporzionale alle disponibilità del Comune di Lecco, alcune risorse su questo tema.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

7 Dicembre 1941 seconda guerra mondiale: i giapponesi attaccano la base navale statunitense di Pearl Harbor. L'episodio segna l'ingresso ufficiale degli USA nel conflitto

Social

newTwitter newYouTube newFB